Lutzu: «Fateci usare i soldi risparmiati con i ribassi»

ORISTANO. Per completare e rendere pienamente funzionali alcune opere di Oristano Est, servono risorse ulteriori. Ma non c'è bisogno di altri finanziamenti: i soldi ci sono già e arrivano proprio...

ORISTANO. Per completare e rendere pienamente funzionali alcune opere di Oristano Est, servono risorse ulteriori. Ma non c'è bisogno di altri finanziamenti: i soldi ci sono già e arrivano proprio dagli stanziamenti del governo per il grande piano di riqualificazione della periferia orientale, ma è come se fossero all'interno di una teca di vetro intoccabile. Si tratta delle somme risparmiate attraverso i ribassi d'asta delle opere appaltate sino ad ora. Ci sono, ma sono bloccate e il sindaco Andrea Lutzu chiede che le amministrazioni locali siano messe in condizione di utilizzarle. «L'operazione non comporterebbe alcuna variazione dei quadri economico-finanziari già approvati» scrive Lutzu in una lettera indirizzata al presidente nazionale Anci Antonio Decaro e a quello regionale Emiliano Deiana, invitandoli a perorare la causa con il presidente del consiglio Draghi. «È un'esigenza condivisa da 120 comuni italiani – prosegue Lutzu – che, con lo sblocco di queste risorse, potrebbero portare a compimento importanti opere pubbliche e favorire la ripresa dell'economia. Con lo sblocco delle risorse provenienti dai ribassi d'asta e con la rimodulazione di interventi per le quali sono intervenute criticità, alcuni interventi potrebbero trovare immediato completamento funzionale. Le risorse sarebbero impegnate e spese immediatamente». Il dirigente comunale Giuseppe Pinna, che ha seguito sin dall'inizio le pratiche legate a Oristano Est, spiega che si tratta di una misura importante: «Parliamo di una cifra intorno ai 2 milioni di euro». A beneficiarne sarebbero tutte le opere del piano, che spesso necessitano di piccoli interventi per entrare pienamente in funzione o per essere completate in alcuni aspetti secondari. «In particolare avevamo già chiesto questa misura per concludere i lavori in via Aristana e per il completamento dell'ex Mattatoio che ospiterà l'I-lab Food, ma risorse aggiuntive farebbero comodo anche nella riqualificazione dell'Ente Risi». (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes