Il galoppatoio ora è di nuovo agibile

A Sedilo impianto di Tzintzighe rimesso a nuovo dopo l’incendio di due anni fa

SEDILO. Quando le condizioni sanitarie lo permetteranno, il galoppatoio di Tzintzighe potrà riaprire i cancelli al pubblico, chiusi non per la pandemia ma in seguito al la devastazione provocata da un incendio doloso appiccato circa due anni fa. Nei giorni scorsi si sono conclusi i lavori di riqualificazione dell'impianto comunale che sorge alla periferia del paese, dove è stata ristrutturata la Club House data alle fiamme da ignoti, e dove sono state costruite le tribune. I posti a sedere realizzati a bordo pista sono stati creati ex novo per migliorare la fruibilità della struttura sportiva quando l'ippica e le attività economiche ad essa collegate potranno riprendere a galoppare anche nelle piccole realtà locali. L'intervento è costato 60mila euro, una spesa che l' amministrazione civica spera di ammortizzare quanto prima attraverso il rilancio della tradizione equestre e dell'allevamento equino «Sedilo e il cavallo rappresentano un binomio vincente per la nostra comunità», afferma il sindaco Salvatore Pes sottolineando che «la conclusione di questo progetto rappresenta un punto di partenza per poter investire in un settore importante non soltanto per il nostro paese ma in generale per tutto il Guilcier. Per questa ragione l'amministrazione ha disposto una serie di interventi all'interno dell'impianto pensando all'utilità delle tribune e allo sviluppo della Club House. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes