Elettricità, a Cabras si volta pagina

Sinergia tra il Comune e E-Distribuzione per trenta chilometri di nuove linee nella cittadina e nella zona costiera

CABRAS. Ventitré linee di bassa tensione, per circa 20 chilometri, di cui 3 già realizzati, circa 300 pali rimossi, 30 chilometri di cavi isolati e un costo complessivo attorno ai 2 milioni. «Sono numeri impressionanti», come li ha definiti il sindaco Andrea Abis, che rendono bene l’imponenza dei lavori di potenziamento della rete elettrica locale previsti nel programma triennale approvato dalla giunta a marzo. Il piano è stato realizzato in sinergia con E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, ed è stato presentato dal primo cittadino e dall’assessore ai Lavori Pubblici, Enrico Giordano, assieme ai vertici di E-Distribuzione per il Sud Sardegna, collegati in videoconferenza.

«Questo programma è molto significativo – ha affermato Abis –. I risultati saranno visibili fra un paio di anni. Al potenziamento della rete elettrica, che diventerà più efficiente, si sommerà un effetto positivo sul decoro urbano, e, non meno importante, un effetto sullo sviluppo economico del paese, visto che una parte dei lavori riguarda la zona costiera e sarà la base per poter offrire futuri servizi balneari».

Il responsabile di E-Distribuzione per il Sud Sardegna, Alessandro Uccheddu, ha illustrato il progetto: «Si divide in due parti. La prima riguarda la rete elettrica del paese, la seconda il Sinis». Per quanto riguarda Cabras si tratta di «realizzare linee sotterranee al posto delle vecchie linee aeree, con l’eliminazione dei pali e l’interramento dei cavi. Realizzeremo anche cinque cabine secondarie con apparecchiature di nuova generazione che consentiranno il telecontrollo e l’automazione delle linee di bassa tensione. Non ci sarà alcun costo aggiuntivo per gli utenti».

Le vie interessate saranno trenta, suddivise in quattro lotti: il Lotto Tharros (parte di via Tharros, via Alfieri, via Oristano, via Iglesias, via Sassari, via Bovio, via Custoza), il Lotto Italia (Corso Italia, via Modena, via Manzoni, via Milano, via Gorizia, via D’Azeglio, via Regina Margherita, via XX Settembre), il Lotto Puccini (via e vico Puccini, via Garibaldi, via Mazzini, via Machiavelli, via Guicciardini, via Vico, parte di via De Castro, via Colombo) e il Lotto Leopardi (via Leopardi, via Toscana, via Emilia, via Carducci, via Vittorio Veneto, via Sassari).

Una parte fondamentale è poi rappresentata dalla creazione di una rete elettrica nelle località di mare non coperte dal servizio. «Nel Sinis stiamo realizzando due cabine box – spiega Uccheddu – e circa 6 chilometri di nuove linee, che consentiranno di allacciare alla rete di distribuzione i chioschi comunali di Maimoni e Mari Ermi. A Is Aruttas è previsto il prolungamento dell’attuale linea fino a Corrigas. A San Giovanni di Sinis lo spostamento dei cavi installati davanti alla chiesetta e la realizzazione della cabina box». Fondamentale è stata la collaborazione fra pubblico e privato, «Sinergia che porterà risultati storici per il territorio», ha concluso il sindaco.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes