Beach tennis, la passione che cresce

L’Asd Eolo di Torregrande oggi disputa i playoff interregionali che valgono la B

ORISTANO. Il beach tennis è uno sport in grande crescita che, come altre discipline, ha in questo momento Oristano come punto di riferimento in Sardegna. L’attività è svolta dalla Eolo Beach Sports di Torregrande, diretta dal presidente Sebastiano Cau. Oggi, la Prima squadra, affronterà i playoff interregionali, che valgono l’accesso alla serie C nazionale, contro i ragazzi veneti di Rovigo. Fra gli artefici della crescita del movimento c’è Diego Fratini, responsabile tecnico e organizzativo della società e fiduciario provinciale della Fit, oltre che a sua volta giocatore: «Ho iniziato a praticare il beach tennis a Torregrande nel 2003. La prima svolta arriva nel 2007, con l’ingresso nella Federazione Italiana Tennis. Da lì tutto ha iniziato a essere regolamentato, ad avere classifiche e si è passati da una fase puramente ludica a una fase sportiva».

Dal 2007 l’Eolo Beach Tennis è andato in crescendo fino a raggiungere i vertici sardi della disciplina. «È stata avviata la scuola di beach tennis per i bambini – spiega Diego Fratini – e ho cominciato ad organizzare le tappe dei campionati sardi, più tornei promozionali. Nel 2013 abbiamo fatto un ulteriore passo organizzando il primo Contest, torneo prestigioso che dal 2017 è diventato il più importante in Sardegna. Nel 2020 Torregrande ha ospitato i campionati italiani». Ora si punta ad ottenere un buon risultato a Faenza. «In una data secca ci giochiamo promozione o retrocessione in base ai risultati. Eolo ha partecipato a nove campionati nazionali degli ultimi dodici. L’anno scorso eravamo in Serie B e purtroppo siamo retrocessi in C. Quest’anno ci siamo piazzati secondi in Sardegna e in virtù dell’elevato numero di praticanti siamo stati ammessi ai playoff. Se battiamo il Veneto ci giocheremo sabato e domenica le nostre chance. Partiamo leggermente sfavoriti, ma convinti di potercela giocare». L'ASD Eolo Beach Sports si è presentata agli ultimi campionati regionali con ben 7 squadre un record a livello isolano, di cui una interamente composta da under 14. A settembre, inoltre, sei atleti sono stati selezionati per partecipare al Master del campionato nazionale di Terracina. Accompagnati da Fratini, 4 donne, Sara Usai, Maria Luisa Pala, Alessia Meloni e Margherita Mele, e 2 uomini, Lorenzo Cadoni e Andrea Panetto, hanno partecipato ai tornei di doppio maschile, doppio femminile e doppio misto. Segni inequivocabili di un movimento oristanese in crescita: «Stiamo facendo bene - conferma Fratini - dietro di me c'è un gruppo di lavoro che mi supporta. Siamo partiti da 15 tesserati, oggi siamo 120».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes