Pronto l’ecocentro a Malosa

Servirà i residenti di Ghilarza e dei centri vicini. Avvio previsto entro febbraio

GHILARZA. Il sesto ecocentro al servizio dell'utenza del Guilcier aprirà i cancelli nel 2022. Nell'impianto in fase di realizzazione a Malosa devono essere eseguiti i lavori di completamento, per i quali è imminente l'avvio della procedura d'appalto. «I lavori richiederanno tempi abbastanza stretti, sarà più lungo l'iter burocratico cui è subordinato l'affidamento che non la realizzazione stessa delle opere, per la quale spenderemo 28mila euro», spiega il sindaco Stefano Licheri ipotizzando di attivare il servizio per la raccolta integrata dei rifiuti entro i primi mesi del prossimo anno. «Nell'ultimo periodo ci siamo dedicati al completamento e all'appalto di altri interventi, ma ora possiamo concentrarci sulla pratica relativa alla conclusione dei lavori nell'isola ecologica, dove mancano solo la recinzione e la tettoia di protezione degli scarrabili». Attualmente sono cinque gli impianti in attività nei nove paesi dell'ambito territoriale, dove l'ultima ad aprire è stata la struttura di Sedilo, in funzione da giugno. In attesa che sia pronto l'impianto situato a ridosso della 131 dcn, i residenti continueranno a conferire in una qualsiasi delle piattaforme operative ad Abbasanta, Paulilatino, Boroneddu, Aidomaggiore e Sedilo; mentre tra non molto potranno riprendere a conferire in loco indumenti e accessori usati. L'amministrazione comunale sta riorganizzando il servizio, interrotto mesi addietro per mettere fine ai problemi di decoro dovuti alle troppe irregolarità nel conferimento. Le multe elevate ai contravventori per aver abbandonato ai piedi dei raccoglitori rifiuti di ogni genere non sono bastate per scoraggiare le pratiche scorrette, e le continue infrazioni hanno indotto il Comune a smantellare temporaneamente il sito per studiare un intervento risolutivo. La soluzione è stata individuata nelle modalità di gestione del servizio. I raccoglitori saranno ricollocati in via Ocier Real, nell'area recintata di proprietà dell'ente, che a differenza del passato sarà presidiata per scoraggiare l'abbandono della spazzatura. «Ci avvarremo dell'aiuto dei barracelli», dice il sindaco. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes