Tadasuni contestata dalle minoranze l’elezione del sindaco

TADASUNI. Colpo di scena alla cerimonia d'insediamento del consiglio. La minoranza ha sollevato un'eccezione procedurale sulla candidabilità di Pierpaolo Pisu a sindaco. I dubbi si fondano sul fatto...

TADASUNI. Colpo di scena alla cerimonia d'insediamento del consiglio. La minoranza ha sollevato un'eccezione procedurale sulla candidabilità di Pierpaolo Pisu a sindaco. I dubbi si fondano sul fatto che il primo cittadino non si fosse dimesso dall'incarico di commissario straordinario dell'ente entro la data di presentazione delle liste «In realtà non ha mai cessato le sue funzioni», ha puntualizzato il capogruppo dell'opposizione Livio Deligia, che insieme a Mauro Porcu e Silvia Demartis ha chiesto la sospensione in autotutela dei lavori in attesa che sul caso si esprimessero gli organismi competenti. Con una istanza presentata in aula la minoranza ha chiesto al segretario comunale di interpellare ministero dell'interno e assessorato agli enti locali. La richiesta di aggiornare la seduta è stata respinta con la rassicurazione che il quesito sarebbe stato inoltrato, mentre i punti in discussione non confliggerebbero con l'eccezione sollevata dalla minoranza.

A quel punto i consiglieri di “Tada. Ripartiamo adesso” hanno abbandonato l'aula e la riunione è proseguita con il giuramento del sindaco e la nomina della giunta.

Secondo l'opposizione non sussistono le condizioni di eleggibilità di Pierpaolo Pisu e di conseguenza dei consiglieri eletti di maggioranza. «Se gli organismi competenti confermeranno la nostra tesi credo si dovrà andare a nuove elezioni», ha ipotizzato Livio Deligia. (mac)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes