Bimba contesa, la dottoressa: «Era malata, rimase con la madre»

ORISTANO. Genitori che litigano e bimba contesa: il processo a entrambi va avanti e tocca ai testimoni della difesa della signora raccontare quel che della vicenda sanno. La madre della piccola è...

ORISTANO. Genitori che litigano e bimba contesa: il processo a entrambi va avanti e tocca ai testimoni della difesa della signora raccontare quel che della vicenda sanno. La madre della piccola è imputata per sottrazione di minore, mentre il padre è accusato di lesioni nei confronti dell’ex moglie. È stata la difesa di quest’ultima, affidata all’avvocato Ignazio Ballai, a portare sul banco dei testimoni uno zio della sua assistita e, soprattutto, la dottoressa che ebbe in cura la bambina nei mesi in cui era affidata alla madre. Abitavano a casa dei nonni paterni in un paese della Marmilla ed è lì che si svolge gran parte dei fatti contestati a entrambi. La testimonianza della dottoressa è stata, tra le due, la più rilevante perché ha ricordato come in un’occasione la bimba non fosse stata consegnata al padre perché ammalata. «Aveva la febbre», ha detto e ciò venne dalla mamma ritenuto un motivo valido per non affidarla al padre che era giunto dal Lazio proprio per vedere la bambina. Ha sempre affermato che il motivo per cui non rispettò il provvedimento del giudice fu esclusivamente questo, legato cioè allo stato di salute della figlia.

La dottoressa ha poi risposto alle domande del pubblico ministero Daniela Caddeo, della difesa del padre, affidata all’avvocato Mario Gusi, e della giudice Elisa Marras spiegando che la madre non lasciava mai la bimba quando non era in buona salute. La prossima udienza sarà il 22 novembre. (e.carta)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes