L’aereo per Roma privilegio per pochi

Nessun mezzo pubblico da Oristano consente di decollare da Elmas alle 6

ORISTANO. Continuano le proteste sulla originale scelta degli orari per i voli in continuità territoriale dalla Sardegna verso Milano e soprattutto Roma. Per la Capitale il primo volo della mattina è alle 6: utile per essere presto in città, ma scomodo per chi non vive a Cagliari e deve raggiungere l’aeroporto di Elmas con i mezzi pubblici.

È il caso dei passeggeri che vivono in provincia di Oristano o anche solo in città, che sono costretti o a essere solo a metà mattina a Roma o a partire il giorno prima, arrivando poi in città alle ore “piccole”. Lo denunciano con una lettera al nostro giornale diversi utenti, che descrivono l’illogicità dell’orario per la partenza del primo volo da Cagliari.

«Volotea garantendo dei risparmi incredibili per la regione Sardegna – ci scrive un nostro lettore Claudio Caria – ha cancellato i voli della mattina per Roma mantenendo solo quello delle 6 del mattino anticipato di mezzora rispetto al vecchio orario. Una differenza apparentemente piccola, ma deleteria per i residenti della Provincia di Oristano. Oggi non esiste un mezzo pubblico per raggiungere l’aeroporto per il primo volo per la Capitale, ne da Cagliari ne da Oristano. Il primo bus da Oristano impiega due ore e arriva alle 5.56 il primo treno da Cagliari arriva alle 5.26 non permettendo di prendere l'aereo». L’alternativa è il volo delle 9.30, che però essendo l’unico prima di quello del tardo pomeriggio.

«I viaggiatori che risiedono fuori Cagliari o peggio in provincia di Oristano sono costrette a partire la sera prima con un aumento dei costi incredibile. Stesso discorso per i voli di ritorno o si parte alle 18 circa o alle 22. Con rientro a Oristano con Fara Viaggi all'1 di notte».

Secondo il nostro lettore i viaggiatori «stanno sempre più subendo politici incapaci di scrivere opportuni vincoli nelle gare pubbliche; alla fine paghiamo noi poveri sardi».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes