Tennis, una lezione da “nazionale”

Il TC 70 ha avviato una collaborazione con l’Accademia di Reggio Calabria

ORISTANO. La via per diventare un circolo di alto livello è imboccata. Il TC 70, guidato da qualche mese dal nuovo presidente Alessandro Montisci, prova a imboccare la strada dell’eccellenza per il proprio settore giovanile e allarga i suoi confini. L’estate scorsa è iniziata una collaborazione con l’Accademia del Tennis di Reggio Calabria che ancora oggi prosegue. Dopo il camp estivo per il settore agonistico, nei giorni scorsi il circolo di Torregrande ha ospitato il tecnico nazionale Paolo Girella, direttore tecnico dell’Accademia di Reggio Calabria che assieme a Virglio Prenza, responsabile della scuola tennis oristanese, e al suo staff ha dato vita ad alcuni giorni di lavoro che ha coinvolto i ragazzi. Se il campo è rimasto l’obiettivo ultimo su cui finalizzare gli obiettivi sportivi, le varie fasi di apprendimento sono state molto più ampie, tanto che nei giorni di stage ampio spazio è stato dato agli interventi della psicologa dello sport Gianna Manca e della dottoressa Ilaria Dalla Riva, responsabile dell’area nutrizionale. I ragazzi hanno poi curato la parte fisica assieme allo staff del TC 70 composto da Francesca Fois e Michael Sechi, quella più strettamente tennistica col coach Virgilio Prenza e i suoi collaboratori Marco Lampis, Marco Manca e Filippo Manca.

Tutto questo nell’attesa che si risolva la questione della costruzione dei nuovi campi da tennis, che era diventata un caso politico e che la giunta ha risolto salomonicamente, ma ancora senza esiti concreti.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes