oristano
cronaca

Samugheo progetto Iscol@ da 5 milioni

Realizzati un palazzetto dello Sport, una nuova sede scolastica, laboratori. Nell’area sorgerà anche una nuova piazza


19 novembre 2021 di Maria Antonietta Cossu


SAMUGHEO. Tempo qualche settimana e il piano straordinario di edilizia scolastica sulla creazione del polo didattico-culturale passerà dal piano burocratico-amministrativo a quello pratico. Al termine di una lunga istruttoria il Comune ha affidato i lavori a un’associazione temporanea d’imprese del catanese. Il contratto sarà firmato a dicembre e da quel momento in poi ogni giorno sarà buono per la posa della prima pietra.

L'opera destinata a cambiare il volto e il modo di concepire la scuola è stata appaltata per 4,9 milioni a fronte dei quasi sei milioni a disposizione dell'ente locale.

Nel giro di due anni sorgerà un palazzetto dello sport, saranno riqualificati i campi da gioco vicini alla sede dell'istituto comprensivo, che a sua volta sarà ristrutturata e approntata per la coabitazione degli studenti delle scuole dell'obbligo, oggi ospitati in due edifici distinti. Il progetto Iscol@, inoltre, ingloberà l'ex cantina sociale, futura sede dei laboratori rivolti a studenti, associazioni e comunità tutta, e la strada di collegamento con l'edificio che ospita le medie. L’area di raccordo sarà pedonalizzata e trasformata in una moderna Agorà, mentre nella vecchia azienda vitivinicola saranno messi in sicurezza gli accessi e sistemati gli spazi in cui viene allestita l'annuale mostra dell'artigianato artistico. L'iter dell'aggiudicazione dei lavori non è stato sempre agevole, prova ne è l'insuccesso del primo bando di gara rivolto alle dieci imprese estratte a sorte fra quelle con le migliori credenziali. La defezione dei candidati, dovuta alle incognite generate dall'impennata dei prezzi di molte materie prime, ha portato l'ufficio tecnico del Comune a rimodulare alcuni aspetti non sostanziali legati alle lavorazioni e quindi a indire una seconda selezione. In aggiunta alle imprese individuate in precedenza sono stati selezionati a caso altri dieci operatori tra quelli più accreditati. A questo folto drappello si è aggregata una ventunesima impresa, che nonostante l'appalto milionario è stata anche l'unica a farsi avanti. Tanto è bastato per scongiurare un ulteriore intoppo e ottenere un'offerta tecnico-economica migliorativa rispetto alle condizioni di base, che tra le altre cose favorirà la riduzione dei tempi di esecuzione delle opere di un centinaio di giorni. «Con l'appalto abbiamo raggiunto un traguardo importantissimo e siamo fiduciosi del fatto che il cantiere aprirà agli inizi del nuovo anno», ha dichiarato il sindaco Basilio Patta. Il primo cittadino ha sottolineato un aspetto non secondario per il territorio. «Erano anni che non veniva fatto un investimento di questa portata sulla scuola di Samugheo e confido che la committenza determini un indotto non trascurabile per le imprese locali e del circondario operative nel settore delle costruzioni, della produzione e della vendita di materiali».

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.