Un originale cantiere nel centro di Cabras

Una decina di facciate di via Battisti ristrutturate con i materiali di un tempo il workshop internazionale vedrà la partecipazione di architetti ed esperti 

CABRAS. Conferenze, seminari teorici, momenti di scambio e di confronto e tanta azione sul campo, con il ripristino delle facciate di una decina di edifici storici, costruiti con mattoni in terra cruda, della via Cesare Battisti. Dal 3 all'8 dicembre prossimi una delle arterie storiche di Cabras, che dalla zona dello Stagno conduce al centro storico, sarà oggetto di un importante workshop internazionale, prima parte del progetto “Save The Traditional Cabras”. L'iniziativa è stata promossa dall'associazione SinisTerrae, che riunisce le strutture ricettive Limolo House e Acquae Sinis Albergo Diffuso, gestite da Daniela Meloni e Pier Luigi Mele, e avrà il patrocinio del comune di Cabras, il quale contribuirà con un piccolo finanziamento. Altri finanziamenti arriveranno dalle piccole aziende private, che hanno voluto aderire al progetto dando una mano. La finalità è quella di promuovere il turismo e le presenze nel paese anche in periodi di cosiddetta 'bassa stagione', oltre alla riqualificazione di un luogo centrale nella vita del centro lagunare. «Noi stessi ci stiamo autofinanziando – rivela Daniela Meloni – ma ci ha fatto molto piacere l'adesione di alcune aziende di materiali edili, che forniranno l'occorrente per la realizzazione degli interventi, e di Confartigianato, che ci appoggia dandoci attrezzature e maestranze. Quest'ultima utilizzerà la manifestazione per fare formazione delle maestranze». Il progetto è stato elaborato dal pluripremiato architetto Luciano Pia, che assieme alla professoressa Carla Bartolozzi del Politecnico di Torino, avrà la responsabilità scientifica della realizzazione. «Rimetteremo a posto le facciate delle case tradizionali – spiega – ridipingendole con materiali naturali, calce e altri materiali, come si sarebbe fatto un tempo. Inoltre monteremo una pergola per creare una protezione solare passiva, migliorando il clima delle abitazioni. Quindi realizzeremo uno spazio verde nella via ripristinando l'agorà di un tempo. Si tratta di interventi a chilometri zero e improntati ad una soluzione green». Per l'occasione è previsto l'arrivo a Cabras di una cinquantina di persone, che saranno ospitate da Limolo House, Acquae Sinis e da altre strutture ricettive. «Avremo il patrocinio degli Ordini degli Architetti di Cagliari e Sassari – sottolinea Daniela Meloni – e le due Università sarde invieranno i loro professori, che terranno le lezioni teoriche per gli studenti della Facoltà di Architettura di Torino. Consorzio Uno, poi, oltre ad un ottimo supporto logistico, ci darà anche la sede e le aule. Prevediamo un bel clima culturale, con uno scambio costruttivo di idee».

Paolo Camedda

WsStaticBoxes WsStaticBoxes