Un’auto donata ai barracelli rimasti senza mezzi

Cuglieri, dopo la raccolta fondi ecco il regalo di Federcaccia per la compagnia del Montiferru

CUGLIERI. Giorno dopo giorno, tanti tasselli vengono aggiunti per rimettere a nuovo il cuore del Montiferru ferito dall’incendio di luglio. Ieri mattina, alla presenza della giunta comunale con in testa il sindaco Andrea Loche, del comandante della compagnia dei carabinieri di Ghilarza, da cui dipende la locale stazione, e del comandante della locale stazione forestale, il presidente provinciale della Federazione italiana della caccia, Antonio Motzo, ha consegnato al comandante della compagnia barracellare, un’auto Fiat Panda 4 x 4 che la compagnia potrà usare per l’attività di monitoraggio delle campagne e per l’indispensabile attività di prevenzione.

La donazione è avvenuta alla presenza anche del presidente regionale di Federcaccia Davide Becciu ed è stato un momento molto significativo, perché il problema della scarsezza dei mezzi a disposizione della compagnia barracellare era emerso proprio nel bel mezzo dell’emergenza legata all’incendio. La trentina di componenti aveva dovuto infatti operare in condizioni di estrema pericolosità e con risorse non adeguate. L’unico pick up che avevano a disposizione era andato in panne proprio mentre i barracelli erano impegnati nel tentativo di limitare i danni del fuoco. L’auto si era spenta di fronte alle fiamme e ciò, oltre che frenare la loro azione, aveva anche creato una gravissima situazione di pericolo che, fortunatamente, non aveva avuto conseguenze più drammatiche.

Ora è la solidarietà del mondo della caccia a far sentire tutta la sua vicinanza con un gesto molto concreto e apprezzato. Lo stesso mondo della caccia aveva tra l’altro chiesto che per due anni ogni battuta venatoria venisse sospesa in tutte le zone devastate dal rogo. Ancora però non è stato preso un provvedimento in tal senso. (pi.maro.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes