Il Consorzio Due Giare sale a quota tredici

BARESSA. Il Due Giare ha fatto tredici. È il numero dei comuni che fanno parte del consorzio dopo l’ingresso di Villa Sant’Antonio che sceglie un viaggio di gruppo con l’obiettivo di lavorare insieme...

BARESSA. Il Due Giare ha fatto tredici. È il numero dei comuni che fanno parte del consorzio dopo l’ingresso di Villa Sant’Antonio che sceglie un viaggio di gruppo con l’obiettivo di lavorare insieme puntando al rilancio e allo sviluppo turistico di una fetta dell’Alta Marmilla. Va così ad aggiungersi ad Albagiara, Assolo, Baradili, Baressa, Curcuris, Gonnosnò, Nureci, Pompu, Senis, Sini, Usellus e Villa Verde, dopo la decisione dell’amministrazione guidata dal sindaco Fabiano Frongia.

È una scelta salutata con grande soddisfazione dal presidente Lino Zedda e dagli altri amministratori del consorzio turistico: «In una zona interna come la nostra è fondamentale che siano sempre più Comuni a partecipare a un sistema di promozione e valorizzazione del territorio. Per questo è importante che ora Villa Sant’Antonio allarghi gli orizzonti del nostro Consorzio, col suo patrimonio archeologico, ambientale e architettonico». D’altro canto anche il sindaco di Villa Sant’Antonio Fabiano Frongia sottolinea l’importanza della scelta: «Valorizzeremo ancora meglio il nostro territorio. È un passaggio fondamentale e un valore aggiunto per la nostra comunità, ma crediamo e speriamo anche per il Consorzio». Rilevante, infatti, è la dote portata da Villa Sant’Antonio al Due Giare. «Il nostro parco archeologico è uno dei più rilevanti nella zona», ha sottolineato il sindaco.

I tredici Comuni sono pronti a lavorare insieme. «Finalmente la macchina organizzativa sta ripartendo a pieno, dopo lo stop imposto dalla fase più acuta della pandemia. Stiamo programmando le attività per il nuovo anno verso un graduale ritorno alla normalità anche nelle nostre comunità», ha spiegato il presidente Zedda che ha anticipato quali saranno le prossime manifestazioni in programma: «Ritornerà il Due Giare Expo nel solstizio d’estate 2022 e consentirà di nuovo a tutti i comuni di mettere in vetrina in un’unica giornata e in unico contesto i propri tesori, a partire dalla gastronomia. Poi riproporremo Myland Mtb Non Stop, la maratona su due ruote, di cui è importante non solo con l’aspetto sportivo, ma anche la promozione di una vita più sana e con un occhio di riguardo alla salute e al benessere della persona».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes