Figlia separata dalla madre. Nuova protesta di Sdr

ORISTANO. Rimane insoluto, con le vicende giudiziarie in pieno svolgimento il caso della bambina di un centro della Provincia, assegnata dal tribunale al padre, e portata via, in maniera spettacolare...

ORISTANO. Rimane insoluto, con le vicende giudiziarie in pieno svolgimento il caso della bambina di un centro della Provincia, assegnata dal tribunale al padre, e portata via, in maniera spettacolare e eccessiva dalla madre lo scorso anno. «Il 2021 sarà davvero un anno da dimenticare per la piccola che nel Lazio con il padre, non potrà stare con la mamma neppure a Natale. La delusione si aggiunge a quella del luglio scorso quando, nonostante le reiterate richieste, non ha potuto festeggiare con la madre il sesto compleanno. A rendere più amara questa circostanza però è l’indisponibilità di un’educatrice a sovrintendere all’incontro che ancora dopo 4 anni avviene in forma protetta. Insomma, nonostante la sentenza autorizzi la mamma a vedere la bambina il sabato e la domenica, quest’anno benché Natale e Santo Stefano coincidano con i giorni prestabiliti, non potranno trascorrerli insieme». Lo sottolinea, in una nota, Maria Grazia Caligaris dell’associazione Socialismo Diritti Riforme, facendo osservare che «la tristissima vicenda della piccola e di sua mamma, difesa dall’avvocato Ignazio Ballai, si sta trasformando in un dramma umano che favorisce una condizione di precarietà affettiva deleteria per un sereno rapporto madre-figlia. Non si può condividere – ha aggiunto Caligaris – la decisione dell’assistente sociale che sembra accettare passivamente l’indisponibilità di una operatrice della struttura da destinare all’incontro madre-figlia nell’ultimo fine settimana di dicembre perché alcune sono in ferie. Struttura e assistente sociale sapevano da prima che in quei due giorni la bambina avrebbe potuto stare con la mamma. Appare poi paradossale che vengano proposte “in via del tutto eccezionale (viste le festività natalizie)” le date del 23 e 24 dicembre». Secondo l’esponente di Sdr la piccola non vede la mamma da ottobre per problematiche dovute al covid verificatosi nella struttura e alle carenze di voli durante il passaggio da Alitalia a Volotea.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes