oristano
cronaca

Tadasuni, spese contestate al sindaco Pisu

TADASUNI. Non si spegne la polemica tra l’opposizione e il sindaco. Il gruppo “Tada ripartiamo adesso” replica a Pierpaolo Pisu riaffermando la fondatezza del parere rilasciato dall’assessorato...


16 marzo 2022


TADASUNI. Non si spegne la polemica tra l’opposizione e il sindaco. Il gruppo “Tada ripartiamo adesso” replica a Pierpaolo Pisu riaffermando la fondatezza del parere rilasciato dall’assessorato regionale agli Enti locali sull’incandidabilità dell’ex commissario straordinario, diventato primo cittadino, e muove nuove critiche. La questione dell’ineggibilità sarà portata in aula con una mozione il 21 marzo. «Se è tanto convinto del contrario – dicono Livio Deligia, Mauro Porcu e Silvia Demartis – spieghi perché, richiamando l’urgenza, nell’ultimo mese e in piena campagna elettorale, da commissario, ha deliberato una variazione al bilancio, prevedendo per se stesso 5mila euro in più per spese di rimborso agli amministratori e 20mila euro di contributo ai barracelli». I consiglieri mettono in dubbio che sia stato rispettato il principio di imparzialità. La minoranza boccia anche i primi cinque mesi di mandato sulla gestione del covid e sulle mancate iniziative a favore dei profughi ucraini, in più «Siamo ancora all’oscuro delle dichiarazioni programmatiche e gli uffici sono senza guida. Smetta di essere sindaco solo a parole e inizi a farlo. O, come sospettiamo, non sa neanche da dove iniziare?». (mac)

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.