oristano
cronaca

San Vero Milis: passerelle, biciclette e auto lontane da spiagge e dune

Un piano per ridisegnare l’utilizzo del litorale. Il Comune spende 300mila euro per salvaguardare le coste


08 giugno 2022 di Michela Cuccu


SAN VERO MILIS. Nuove passerelle di legno per consentire l’accesso in spiaggia anche ai disabili, staccionate per impedire il parcheggio selvaggio e bloccare l’accesso sugli arenili o sulle dune ai veicoli non autorizzati; piste ciclabili e pedonali per godere in lentezza di chilometri e chilometri di splendide coste, tra spiagge, cale e scogliere. Il Comune è al lavoro per attrezzare il litorale in chiave ecosostenibile. Nelle ultime settimane sono stati avviati i lavori per la realizzazione di nuove passerelle di legno che andranno a sostituire quelle vecchie e ormai inutilizzabili per l’accesso alle spiagge.

I lavori sono iniziati da Su Pallosu, ma il Comune conta di riuscire a completare l’intero progetto che interesserà tutte le spiagge, entro la primavera. «È un progetto importante – spiega il sindaco, Luigi Tedeschi – stiamo investendo circa 300mila euro per rendere il nostro litorale accessibile a tutti, in particolare ai disabili e chiunque abbia difficoltà a camminare. Non faremo solo passerelle, ma, sempre utilizzando legno e materiali ecologici, realizzeremo delle palizzate indispensabili per evitare sia la sosta selvaggia, sia l’accesso ai veicoli sugli arenili. Non vogliamo che sulle spiagge vadano fuoristrada e moto da cross: è un ecosistema molto prezioso che va tutelato assicurando l’accesso solo alle persone».

La costa sanverese ogni estate viene letteralmente presa d’assalto da bagnanti e vacanzieri che prediligono questa zona dell’Oristanese che ha una potenzialità enorme anche sotto il profilo economico. «Vogliamo attrezzare il nostro litorale senza però intaccarne l’equilibrio ambientale», spiega ancora il primo cittadino ricordando gli interventi per limitare il fenomeno erosivo delle scogliere, realizzati lo scorso anno.

Adesso si cerca di fare di più, curando anche l’estetica degli interventi. Così anche il muretto del lungomare, sarà rivestito di legno. La grande scommessa però è rappresentata dalla pista ciclabile e pedonale che si svilupperà lungo tutta la costa. «Non sarà una striscia d’asfalto – spiega il sindaco –, utilizzeremo terra battuta e altro materiale eco-compatibile. Questo intervento, che già stiamo facendo conoscere attraverso eventi sportivi di mountain bike e gare podistiche, potrebbe essere una nuova opportunità di allungare la stagione turistica, estendendola all’autunno e alla primavera che sono i periodi migliori per chi il mare lo vuole vivere in maniera diversa, scoprendo il territorio e il suo ambiente naturale».

L’estate resta comunque la stagione di punta. Anche sotto questo aspetto, il Comune sta predisponendo un cartellone di eventi e manifestazioni. «In realtà partiremo già dalle prossime settimane con un laboratorio con artisti internazionali – dice Tedeschi –. Per l’estate stiamo lavorando a un cartellone di eventi includendo anche le manifestazioni che vengono ospitate sul lungomare. Puntiamo anche a concerti e spettacoli con artisti di richiamo».

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.