La Nuova Sardegna

Oristano

Carnevale

Le regole per sfilare col costume sardo alla Sartiglia di Oristano


	Un momento della sfilata del corteo dei costumi sardi che accompagna la Sartiglia
Un momento della sfilata del corteo dei costumi sardi che accompagna la Sartiglia

Il corteo dei figuranti precede quello dei cavalieri che partecipano alle varie fasi della giostra equestre

01 febbraio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Oristano Insieme alla Sartiglia, quest’anno, per le vie del centro storico ritorna anche la sfilata del corteo in costume sardo. Entro il 18 febbraio si può presentare la domanda di partecipazione, compilando il modulo disponibile nella sede della Fondazione Oristano in Via Eleonora 15 e sul sito internet www.sartiglia.info, dov’è pubblicato anche il regolamento che disciplina la partecipazione alla sfilata. Sono diverse le norme che i partecipanti dovranno rispettare, a cominciare dal fatto che dovranno presentarsi entro le 12 di domenica 19 e martedì 21 febbraio nel punto di incontro in via Solferino, in prossimità dei locali della Società Operaia di Mutuo Soccorso.

Il corteo dopo la sfilata in via Duomo dove poi si svolge la prima fase della Sartiglia con la corsa alla stella, si ritroverà nuovamente alle 15.30 in piazza Eleonora per organizzare la sfilata verso via Mazzini, dove invece si svolge la corsa delle pariglie. La disposizione del corteo è curata dagli organizzatori che ordineranno e coordineranno i figuranti in costume sardo. Non verranno ammessi alla sfilata coloro che si aggregheranno ad altri gruppi, salvo le persone autorizzate dai gremi come is massaieddas e dai gruppi dei tamburini e trombettieri.

C’è poi una serie di divieti a cominciare dal fatto che i ritardatari che non saranno pronti e allineati secondo l’ordine di sfilata assegnato loro dagli organizzatori non saranno ammessi. Così come non sono ammessi stendardi, cartelli o qualsiasi elemento che caratterizzi gruppi specifici. Nel caso di aggregazioni di più partecipanti, l’iscrizione andrà presentata singolarmente da ogni persona. I minorenni potranno sfilare solo se accompagnati da un adulto in costume. I bambini sotto gli otto anni potranno sfilare solo se tenuti per mano da un adulto in costume. Ciascun adulto non potrà accompagnare più di un bambino. Tutti i partecipanti, prima, durante la sfilata e comunque fino al termine delle manifestazioni dovranno tenere un comportamento consono e irreprensibile, in particolare sarà obbligatorio, pena l’esclusione, indossare il costume tradizionale completo in tutte le sue parti; le calzature dovranno essere in linea con il costume, rivestite di broccato rosso o di colore nero modello decolleté o simili; gli abiti dovranno avere come complemento monili tradizionali; al collo si dovrà indossare un gioiello di foggia tradizionale appeso a un nastro di velluto nero; è vietato indossare orologi da polso, orecchini a cerchio o moderni, gioielli di fattura moderna, piercing, esibire tatuaggi e quant’altro non consono con la tradizione; le acconciature e il trucco, per le ragazze, dovranno essere sobrie e in linea con il costume, tanto che non sono consentiti trucchi vistosi o acconciature non appropriate quali treccine o colori forti; non è consentito l’uso di smalti colorati o french sulle unghie; gli spilloni appuntati al manto nero del costume da sposa dovranno essere di colore nero, quelli appuntati sul velo bianco del costume da gala dovranno essere bianchi; durante la sfilata è vietato fumare, masticare gomme americane, utilizzare telefoni cellulari e apparecchi elettronici, portare bevande; è vietato infine intraprendere comportamenti che rallentino o interrompano la sfilata.

In Primo Piano
Incidente

La Maddalena, con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale della Marina

Video

Processo Grillo, Corsiglia si difende in aula: «Nessun abuso, con la ragazza un rapporto sessuale»

Le nostre iniziative