La Nuova Sardegna

Oristano

Gastronomia

Tre giorni di festival e Cabras fa un altro tutto esaurito


	La piazza con gli stand del Festival della bottarga
La piazza con gli stand del Festival della bottarga

La rassegna che celebra la bottarga si è chiusa con il pienone nei luoghi dell’evento e nelle strutture ricettive

10 settembre 2023
4 MINUTI DI LETTURA





Cabras Domenica 10 Settembre ha rappresentato un momento speciale per la cittadina lagunare e per il Sinis. Il Festival della Bottarga Speciale Vernaccia, evento organizzato dal Comune di Cabras con il contributo finanziario della Fondazione di Sardegna, del Gal Sinis, dei partner locali Cantina Contini, Crai, Centro Cash, Banca di Arborea, Sa Marigosa, Consorzio della Vernaccia, Riso I Ferrari, Riso Jolly, Azienda Agricola Falchi, Cooperativa Arborea, Impresa Immova e con la collaborazione di Slow Food e dell’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo, ha attratto nel territorio dei Giganti migliaia di turisti e visitatori. Nei tre giorni del weekend hanno riempito le strutture ricettive e animato le strade di Cabras.

«Chiudiamo la stagione con l’ultimo grande evento, che ci racconta attraverso la cul-tura del cibo e del vino e attraverso l’arte culinaria. Un importante patrimonio di tradi-zioni, colori e sapori consente di promuovere il territorio – ha detto il sindaco Andrea Abis al termine del Festival –. La storia dello stagno di Cabras è la storia di Cabras e questo bene naturale produce i muggini dai quali i pescatori traggono le prelibate bottarghe. Un fattore economico e sociale fondamentale per Cabras che, assieme alle altre eccellenze come la vernaccia, poniamo al centro della nostra programmazione e che vede nel Festival una misura di forte promozione».

«Siamo partiti da un evento che da decenni esalta la tipicità e l’eccellenza cabrarese e che da due anni abbiamo rinnovato con il nuovo format del Festival, una manifesta-zione che si presenta come un’esperienza completa da vivere in tutte le sue sfaccet-tature. Non solo degustazioni ma laboratori, show cooking, spettacoli e dibattiti che ruotano attorno alla vera promozione enogastronomica. Bottarga e Vernaccia quest’anno sono gli elementi che hanno incrementato la proposta culturale degli eventi della lunga stagione dell’estate cabrarese. Siamo soddisfatti del grande successo con-fermato dalle presenze, da domani sarà tempo di bilanci ma continueremo a parlare di bottarga e di Sinis nei mesi che seguiranno, lasciando una parentesi sempre aperta e un faro puntato sul nostro territorio», ha affermato l’assessore alla Cultura, Sport e Spettacolo Carlo Trincas.

La giornata conclusiva è stata dedicata all’arte culinaria, alla cultura e alle tradizioni del Sinis. La mattina si è aperta in piazza Don Sturzo con l’inaugurazione dell’Area Expo e della Piazza del gusto, punti di ritrovo e degustazione che hanno offerto ai visitatori una panoramica sul meglio della gastronomia locale. Quest’anno anche il pranzo della domenica è stato inserito tra le proposte, a seguito della grande richiesta dello scorso anno. Poco fuori dal paese, immersi nella natura della laguna di Cabras, alla Peschiera di Mar ’e Pontis, una serie di laboratori di eccellenza hanno guidato i partecipanti alla scoperta di due gioielli del territorio, la vernaccia e la bottarga di Cabras.

Alle 11, il talentuoso chef Salvatore Camedda del Ristorante Somu ha condotto il primo Laboratorio con le Stelle, un'esperienza arricchita dalla presenza del sommelier Andrea Balleri della Cantina Contini e introdotta dalla voce esperta di Luciana Squadrilli di Food&Wine. «Da nativo di Cabras sento la responsabilità di far conoscere la Bottarga nel mondo – afferma Salvatore Camedda –. Ogni giorno la cucina cambia e si evolve e credo sia giusto contaminare il prodotto finale che offriamo al pubblico con ciò che abbiamo imparato dalle altre realtà, ma sempre rispettando la tradizione sarda e il prodotto locale».

Nel pomeriggio, sempre nella Peschiera, il secondo laboratorio ha visto come protagonista l’acclamato chef Alessandro Bellingeri dell’Osteria Acquarol, accompagnato dal sommelier Andrea Atzori e presentato questa volta da Lara de Luna de La Repubblica. Una scoperta, per Bellingeri, il prodotto ittico lagunare: «Il mio ristorante è nell’Alto Adige, in un territorio molto diverso, dove la nostra è una filosofia di cucina di montagna. Ho piacevolmente scoperto un prodotto versatile che ben si adatta ai sapori della terra da cui provengo», ha rivelato lo chef che ha usato il prodotto ittico in abbinamento con il luccio, pesce d’acqua dolce, cotto al vapore di muschio.

La compagnia si è trasferita in Piazza Eleonora con due eventi di Show Cooking, che hanno dato vita a momenti di dialogo tra chef, giornalisti e sommelier, tra cui spiccano nomi come Giulia Salis e Enrico Gaviano. Particolarmente seguito il momento dedicato al contest a “colpi di vernaccia”.

Alle 18 in piazza Eleonora a Cabras un gruppo selezionato di barman ha dato prova delle proprie abilità nella creazione di cocktail di categoria “after dinner any time”. Sette barman, tra i più quotati a livello regionale, si sono sfidati su tre categorie: miglior decorazione, miglior tecnica di lavoro, miglior finger food a base di bottarga. Piazza Eleonora si è confermata come il vero cuore pulsante della serata anche in seguito con il momento della premiazione del miglior ristorante della Piazza del gusto, dove la giuria degli esperti della critica enogastronomica ha celebrato l'eccellenza del festival e sancito il vincitore. Terminati i momenti dedicati al gusto e ai due gioielli del Festival, la bottarga e la vernaccia, il pubblico è stato catturato dagli spettacoli itineranti, tra performance teatrali del Circo Maccus e i concerti della band Rock in duo e di Fabrizio Anni.

In Primo Piano
L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative