La Nuova Sardegna

Oristano

Il vertice in prefettura

Sartiglia e carnevale, rafforzate le misure di sicurezza a Oristano


	Il vertice in prefettura per la sicurezza pubblica durante il carnevale
Il vertice in prefettura per la sicurezza pubblica durante il carnevale

Aumenta il numero delle forze dell’ordine in campo e la collaborazione tra di esse. Particolare attenzione ai luoghi in cui si riuniscono i giovani come il piazzale del tribunale e i palazzi Saia

01 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Carnevale, Sartiglia e altri eventi. Oristano si prepara ai giorni più affollati dell’anno e scatta un piano per la sicurezza con misure speciali. Oggi, giovedì 1° febbraio, si è riunito il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal prefetto Salvatore Angieri, per un nuovo esame congiunto delle misure di sicurezza da adottare in questi giorni di carnevale includendo valutazioni non solo sulla giostra equestre, ma anche su tutti gli eventi di contorno, musicali, gastronomici e culturali che tradizionalmente la accompagnano e che animeranno il centro cittadino ben oltre i due giorni della manifestazione.

Al vertice hanno partecipato il sindaco di Oristano, i vertici territoriali delle forze di polizia, il comandante provinciale dei vigili del fuoco, il dirigente della polizia stradale, i rappresentanti dell’ASL di Oristano, il comandante della polizia locale di Oristano, i presidenti della Fondazione Oristano e del Comitato Sartiglia, i presidenti dei gremi dei contadini e dei falegnami. È stato disposto un articolato dispositivo di sicurezza che vedrà operare contingenti rinforzati delle forze di polizia e dei vigili del fuoco, agenti della polizia locale, volontari della Protezione civile, operatori dell’organizzazione, ambulanze dislocate lungo i percorsi e un posto medico avanzato allestito negli spazi della stazione dell’Arst, che per l’occasione sarà chiusa al traffico.

Il dispositivo di sicurezza prevede anche un rafforzamento delle misure di vigilanza dei luoghi di abituale aggregazione dei giovani, nelle ore serali, in particolare di piazza Aldo Moro, la piazza antistante il tribunale, e i portici dei palazzi Saia. È stato invece confermato il divieto di vendita e somministrazione di bevande in contenitori di vetro, lattine in metallo e bottiglie di plastica con tappo e, dalle 23, il divieto di vendita di alcolici. Sono state infine predisposte idonee misure per la sicurezza della viabilità, con il potenziamento dei servizi su strada.

Al termine della riunione il prefetto ha espresso soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto e l’impegno profuso nella complessa organizzazione della manifestazione: «Auguro buon lavoro a tutti coloro che saranno impegnati a garantire l’ordinato e sicuro svolgimento dell’evento». Il funzionario dello Stato, rivolgendosi ai cittadini di Oristano, ha espresso parole di elogio e ammirazione per l’entusiasmo e il forte spirito di collaborazione con cui si preparano a questa grande festa, fortemente identitaria e cartina di tornasole per la promozione del territorio.

In Primo Piano
Lo choc

Sassari, maxi bolletta da mezzo milione: Abbanoa pignora i conti correnti

di Davide Pinna
Le nostre iniziative