La Nuova Sardegna

Oristano

Traffico

Un questionario per studiare la mobilità sostenibile del futuro a Oristano

di Enrico Carta

	Traffico in ingresso da Silì a Oristano
Traffico in ingresso da Silì a Oristano

È disponibile online sul sito istituzionale del Comune. L’amministrazione vuole conoscere le priorità dei cittadini prima di dare il via al Piano Urbano

09 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Oristano A parte quelle introduttive, la prima vera domanda è: «Qual è il mezzo che usi di più per gli spostamenti pendolari (scuola/ufficio)?» È il primo di una serie di quesiti che il Comune sta sottoponendo a chi si trova a viaggiare sulle strade cittadine per stilare poi il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Il percorso vuole essere il più condiviso possibile e così, sul sito istituzionale, l’amministrazione ha messo a disposizione della cittadinanza un questionario da compilare online, in cui sono inserite varie domande che dovrebbero fornire un quadro dettagliato sulle esigenze di chi frequenta le strade cittadine quotidianamente e ha a che fare con svariati problemi.

Gli altri quesiti riguardano poi la zona in cui ha sede il luogo di studio o di lavoro; quanti minuti si impiegano per raggiungerlo; qual è il mezzo maggiormente usato per gli spostamenti occasionali. Viene poi chiesto di dare un voto ai temi principali della mobilità riferita al territorio di Oristano e di indicare le vie o gli incroci ritenuti più pericolosi e perché. Poi viene esaminata la questione del parcheggio, chiedendo quali siano le zone in cui è più difficile trovarlo. Non potevano quindi mancare alcuni quesiti sul trasporto pubblico e sulle priorità da individuare nella sua gestione. Infine si dà uno sguardo interessato all’ambiente e alle nuove tecnologie che hanno sviluppato motori elettrici per capire l’impatto che hanno sulla città e a quali necessità sia necessario far fronte in tale ambito.

«La consultazione dei cittadini è fondamentale per la pianificazione di uno strumento capace di tenere conto delle reali esigenze della città – spiega il sindaco Massimiliano Sanna –. Da qui nasce la decisione di istituire una sezione apposita del sito istituzionale dedicata ai documenti del Piano urbano della mobilità sostenibile e alla raccolta dei questionari».

«Puntiamo a interventi di immediata realizzazione capaci di procurare benefici alla città in termini di abbattimento dell’inquinamento atmosferico e acustico, congestione stradale e incidenti – aggiunge l’assessore al Traffico, Ivano Cuccu –. Su questo obiettivo l’amministrazione comunale lavora congiuntamente a Leganet, società incaricata della redazione del Piano urbano della mobilità sostenibile, così da elaborare uno strumento di pianificazione strategica valido per un periodo medio lungo di circa dieci anni, che sviluppi una visione di sistema della mobilità urbana».

Il Piano viene ritenuto dal Comune come un elemento fondamentale per il raggiungimento di obiettivi che si possono raggruppare in quattro macro-aree: l’efficacia e l’efficienza del sistema di mobilità; la sostenibilità energetica e ambientale; la sicurezza della mobilità stradale; la sostenibilità socio-economica.

Sono ancora il sindaco Massimiliano Sanna e l’assessore Ivano Cuccu a spiegare il motivo del sondaggio da effettuare tra i cittadini: «Vogliamo metterli al centro del progetto. In quest’ottica, avviamo un percorso di analisi del sistema della mobilità delle persone e delle merci sul territorio comunale. Rispondendo al questionario dedicato, tramite le poche e semplici domande per le quali sono sufficienti pochi minuti, ogni cittadino ha l’occasione per indirizzare l’amministrazione verso strategie e azioni atte a migliorare la mobilità delle persone, la qualità della vita e dell’ambiente». Quale sarà la direzione indicata e come il Comune la seguirà?

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative