La Nuova Sardegna

Oristano

Appalti

Via libera dalla Soprintendenza, possono ripartire i lavori in piazza Manno a Oristano

di Enrico Carta

	Il cantiere di piazza Manno a Oristano
Il cantiere di piazza Manno a Oristano

È arrivato l’atteso nullaosta alla variante al progetto. Ora serve l’approvazione della giunta comunale poi la ditta completerà l’opera entro pochissime settimane

12 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Atteso, agognato e finalmente arrivato. È il nullaosta della Soprintendenza che ha approvato la variante al progetto per i lavori di piazza Manno che possono ripartire ed essere portati a compimento. L’appalto si era arrestato diverse settimane fa di fronte all’ennesimo intoppo legato al ritrovamento di emergenze archeologiche che avevano obbligato il Comune a modificare il progetto originario. Questo passaggio ha comportato che la valutazione finale del cambiamento rispetto alle carte originarie dovesse essere valutato dagli esperti della Soprintendenza che, proprio nella mattinata di oggi, martedì 12 marzo, hanno confermato la bontà della variante proposta.

La comunicazione è arrivata immediata all’assessore ai Lavori pubblici, Simone Prevete, che ha quindi potuto dare l’annuncio spiegando anche quale sarà l’iter che la procedura dovrà seguire ora: «La giunta comunale è tenuta a sua volta ad approvare la variante al progetto. È un passaggio obbligato che conto di fare immediatamente, se fosse possibile anche già da questo pomeriggio. Una volta che la giunta avrà fatto il suo, la ditta Ghiaccio che sta gestendo l’appalto potrà tornare immediatamente al lavoro».

La scaramanzia, visti gli ostacoli innumerevoli che l’opera pubblica ha incontrato nella sua strada, è obbligatoria, ma arrivati a questo punto appare davvero certo che entro la settimane, ma forse già da domani, gli operai e i mezzi saranno in piazza Manno per procedere. Del resto, ci sono da dare risposte a commercianti e residenti, non solo della piazza ma anche di zone limitrofe come via Duomo e via Crispi, che da mesi attendono di veder completata l’opera e veder sparire le barriere che stanno ingessando l’area e creando notevoli problemi, in particolare al mondo del commercio.

Sui tempi per la conclusione dell’appalto, comunque, l’assessore Simone Prevete non si sbilancia, ma anche su questo appare chiaro che non serviranno altri mesi. La primavera arriva il 21 marzo e, se non sarà per quella data, non si andrà comunque molto oltre. C’è solo da completare la pavimentazione e stavolta si può prevedere che entro aprile piazza Manno sarà fruibile per intero. Tornando invece alla variante al progetto, che si era resa indispensabile, questa servirà per mettere in evidenza tre aspetti dell’antica piazza cancellata all’inizio del 1900. A lavoro concluso, si potranno notare un tratto di un vecchio pavimento a scacchiera, la zona in cui era presente un antico pozzo e i resti di Porta a mari, l’antica cinta muraria che fungeva da ingresso al centro storico della città che, per secoli, era fortificato e racchiuso entro alte mura di difesa.

In Primo Piano
Verso il voto

Gianfranco Ganau: sosterrò la candidatura di Giuseppe Mascia a sindaco di Sassari

Le nostre iniziative