La Nuova Sardegna

Oristano

L’esposizione

Cabras, nuovi Giganti di Mont’e Prama mostrati nella sala Marongiu

di Paolo Camedda

	Il laboratorio di restauro di Cabras
Il laboratorio di restauro di Cabras

Al via i lavori di restauro delle prime due statue: un pugilatore e un arciere

19 marzo 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cabras Sono partiti ufficialmente la scorsa settimana, mercoledì 13 marzo, nel Museo civico Giovanni Marongiu, i lavori di restauro dei reperti di Mont'e Prama rinvenuti nelle campagne condotte nel 2014 e nel 2016. Il progetto e la direzione sono affidati alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Città metropolitana di Cagliari e delle province di Oristano e Sud Sardegna. Il restauro è finanziato dal Ministero con oltre 210 mila euro complessivi e si svolge nel nuovo laboratorio allestito all'interno del Museo civico con il sostegno della Fondazione Mont'e Prama.

I lavori, che interessano al momento le prime due statue, un pugilatore cosiddetto "tipo Cavalupo" e un arciere, sono eseguiti dalla ditta "Ennio Coretto", incaricata dal segretario regionale per la Sardegna del ministero della Cultura. Il Rup è l'architetto Patrizia Tomassetti, mentre "la squadra" di progettazione della Sabap è composta dai funzionari Georgia Toreno, Elena Romoli, Gianfranca Salis, Alessandro Usai e Maura Vargiu.

Prossimamente i lavori potranno essere seguiti in presa diretta dai visitatori, attraverso i pannelli trasparenti che sono stati collocati ai due ingressi della sala del museo.

In Primo Piano
Trasporti

Aeroitalia saluta Alghero: «Costi troppo alti impossibile proseguire»

di Claudio Zoccheddu
Sardegna

Sassari, oltre duemila persone in piazza d'Italia per l'Otello

Le nostre iniziative