La Nuova Sardegna

Oristano

Scomparsa di Concetta Raele, un altro giorno di ricerche senza esito a Zerfaliu


	I vigili del fuoco scandagliano un canale di irrigazione
I vigili del fuoco scandagliano un canale di irrigazione

L’anziana manca da casa dal 26 marzo. Col passare delle ore diminuiscono le speranze, ma la task force non si ferma e batte a tappeto le campagne

30 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Zerfaliu C’è una task force impegnata, ma ancora l’esito sperato non c’è. La signora Concetta Raele non si trova e, col passare dei giorni, pensieri sempre più cupi si affacciano nella mente di tutti. L’anziana manca dal 26 marzo, giorno in cui il vicino che la accudiva costantemente, ha dato l’allarme per la sua scomparsa, ma da allora della signora che soffre di Alzehimer non ci sono segnali. Lo spiegamento di forze al lavoro è imponente. Ci sono i vigili del fuoco, i carabinieri, il corpo forestale, le associazioni di volontariato della Protezione civile regionale e la compagnia barracellare del Comune di Ollastra.

Sono decine di uomini e donne, sotto la supervisione del prefetto Salvatore Angieri, che stanno battendo il territorio alla ricerca di un elemento che li possa indirizzare verso la direzione giusta, ma ancora questo momento di svolta non viene fuori. Le ricerche, che si stanno compiendo sia alla luce del sole che durante le ore notturne, andranno avanti sino a martedì 2 aprile, poi verranno interrotte. Nel frattempo, la preoccupazione per la sorte di Concetta Raele cresce perché la signora non dovrebbe avere con sé un equipaggiamento necessario per affrontare una situazione climatica come quella attuale molto a lungo. Ancor più perché, difficilmente, aveva con sé dei viveri. La speranza è che possa aver trovato riparo in qualche posto sicuro e che sia spaesata ma in salute, per quanto non riesca a mettersi in contatto con le squadre di ricerca. La zona battuta è quella vicina al paese e alla sua casa perché non pare plausibile che possa aver fatto molta strada da sola.

In Primo Piano
La storia

Arzachena, in vendita lo stabile che ospita il museo più piccolo d’Italia

di Giovanni Gelsomino
Le nostre iniziative