La Nuova Sardegna

Oristano

Mattina di paura

Laconi, esplosione in una palazzina al centro: due pensionati estratti dalle macerie, uno è grave

di Michela Cuccu
Laconi, esplosione in una palazzina al centro: due pensionati estratti dalle macerie, uno è grave

Gianni Vitale, di 70 anni, è ricoverato al Centro grandi ustionati. L’origine della deflagrazione una fuga di gas

12 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Laconi Esplosione nel centro abitato di Laconi nella mattina di oggi, 12 aprile, poco dopo le 7.30, in un’ abitazione di due piani nel centro storico del paese. Due i feriti, entrambi pensionati, che vivono soli negli appartamenti situati al piano terra. Sono stati estratti dalle macerie ancora vivi e trasferiti con l'elisoccorso del 118 all' ospedale di Sassari. Il più grave è Gianni Vitale, di 70 anni, ricoverato nel reparto grandi ustionati. 

Sembra che la causa della deflagrazione sia dovuta al malfunzionamento di una stufa a gas. 

La palazzina, composta da cinque appartamenti al momento tutti evacuati, si trova a pochi passi dalla chiesa parrocchiale dedicata ai santi Ambrogio e Ignazio.

Il sindaco Salvatore Argiolas questa mattina era in prefettura a Oristano per altri impegni istituzionali, ma comunque ha monitorato la situazione: «Ho notizie frammentarie. Sono molto preoccupato per le condizioni dei due feriti, in particolare di quello portato al Centro grandi ustionati. In giornata cercherò di mettermi in contatto con l'ospedale».

Per precauzione i vigili del fuoco dei comandi di Oristano e Nuoro hanno sgomberato le case vicine al luogo dell'esplosione. Successivamente alle verifiche sulla stabilità degli edifici confinanti, le famiglie sono tornate nelle loro abitazioni. Sul posto anche gli agenti della polizia locale e i carabinieri di Isili.

In Primo Piano
Ricerca

Einstein Telescope, la ministra Anna Maria Bernini a colloquio con Alessandra Todde: «Priorità assoluta per il governo»

Salute e sicurezza

I detenuti di Mamone assistiti nel metaverso sanitario: progetto pilota Asl di Nuoro-Amministrazione penitenziaria

Le nostre iniziative