La Nuova Sardegna

Oristano

La lite

Ghilarza, arrestato dopo che ha provato a strangolare il fratello


	Una pattuglia dei carabinieri
Una pattuglia dei carabinieri

Protagonisti due cittadini moldavi che risiedono in paese. Il minore di trent’anni denunciato per tentato omicidio e resistenza. I carabinieri hanno dovuto usare il taser per fermarlo

13 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Ghilarza Un cittadino di origine moldava che vive in paese è stato arrestato dopo aver tentato di strangolare il fratello e aver opposto resistenza ai carabinieri che, per fermarlo, hanno dovuto usare il taser. L’episodio è accaduto nella notte tra venerdì e ieri, quando i due fratelli hanno litigato per motivi non del tutto chiari. Il minore dei due, che ha 30 anni, si è allora scagliato contro il maggiore di 36 anni e l’ha afferrato per il collo. Quest’ultimo ha poi raccontato di essere riuscito a liberarsi e di aver avuto il tempo per chiamare i acarabinieri che sono intervenuti per capire cosa fosse accaduto tra i due. Il minore dei fratelli non si è però calmato e si è scagliato contro i carabinieri che, per evitare di essere aggrediti, hanno usato lo strumento che ha consentito loro di immobilizzare l’uomo. A quel punto, sono state inevitabili le manette. Successivamente il trentenne è stato denunciato in stato di fermo per tentato omicidio e resistenza.

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative