La Nuova Sardegna

Oristano

I lavori

Cabras, manca ancora l’energia elettrica allo stadio comunale

di Paolo Camedda

	Campo sportivo comunale via Tharros: la rete di contenimento sfondata con il taglio delle piante
Campo sportivo comunale via Tharros: la rete di contenimento sfondata con il taglio delle piante

La San Marco costretta a giocare lontana dalle mura amiche

29 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Cabras Il caso e il caos degli impianti sportivi di Via Tharros rimasti senza corrente, rischia di somigliare sempre più ad un giallo. La rottura di un cavo elettrico esterno, che sarebbe la causa del problema (il condizionale è d'obbligo vista l'assenza per ora di una versione ufficiale), ha costretto la squadra di calcio locale, l'Atletico San Marco, a spostarsi nel piccolo impianto in terra battuta di Solanas per la sfida della quartultima giornata Prima Categoria, Girone C, contro l'Atletico Bono, vista l'inagibilità degli spogliatoi, privi di acqua calda per le docce. Ma allo stato attuale non c'è ancora un responsabile ufficiale e la situazione è ancora lontana dall'essere risolta. «Dall'Ufficio tecnico del Comune ci hanno segnalato un problema di una fase del cavo che dalla cabina del parco del Museo arriva fino alla cabinetta interna del Campo sportivo - spiega l'ingegner Alessandro Girei, responsabile dell'area tecnica della Fondazione Mont'e Prama -. E loro lo collegavano al taglio delle piante che era stato fatto qualche giorno prima lungo la recinzione del Campo sportivo».

Ma contattata la ditta che ha eseguito il taglio degli alberi della pineta per conto della Fondazione, quest'ultima ha respinto al mittente ogni colpa. «L'impresa mi ha detto che l'intervento sul taglio delle piante è stato fatto in un punto dove il Comune non aveva indicato passasse il cavo incriminato - racconta Girei - precedentemente avevamo ricevuto la tavola delle interferenze, dove erano indicati i sottoservizi. Ebbene, la nostra impresa si è tenuta distante dal punto dov'era segnalato il cavo elettrico che ha generato il danno». Il punto è che qualcun altro ha fatto dei lavori. «L'impresa che eseguiva i lavori per noi ha segnalato invece la presenza di un'altra ditta, non meglio precisata, che il giorno 16 stava svolgendo lavori in quel tratto». Diverso è il discorso sulla rottura della rete di contenimento dell'impianto di calcio, con conseguente caduta all'interno della struttura di diversi rami: «I rami erano adiacenti alla rete e in alcuni casi già interni al campo - sostiene la Fondazione -, ma in ogni caso la ditta rimedierà e domani saranno ritirati. Sarà inoltre ripristinata la rete». In attesa che il sindaco, contattato ma impegnato per l'intera giornata, fornisca una sua versione, resta la preoccupazione dell'Atletico San Marco, che si sta giocando la salvezza e in assenza di una risoluzione tempestiva del problema elettrico rischia di disputare a Solanas anche l'ultima gara interna della stagione contro la Paulese, in programma domenica 5 maggio. «Il problema andava risolto subito - afferma amareggiato il presidente della società, Davide Loi -, i responsabili si sarebbero identificati in un secondo tempo. Non si può lasciare tre strutture sportive abbandonate a se stesse, con la conseguenza che anche il manto erboso, senza gli opportuni trattamenti, si è rovinato. Sono passati ormai diversi giorni e ad oggi il problema elettrico non è ancora stato localizzato». Quasi sicuramente l’ultima gara si giocherà lontano da Cabras.

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative