La Nuova Sardegna

Oristano

Ambiente

Raccolti 20 quintali di rifiuti nella Giornata ecologica di Torregrande


	Studenti e volontari alla Giornata ecologica di Torregrande
Studenti e volontari alla Giornata ecologica di Torregrande

Studenti, volontari e amministratori impegnati nell’iniziativa promossa dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Oristano

04 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Oristano La nota positiva è stata la presenza di duecento bambini, di tanti volontari e persino di qualche turista. Quella negativa è che la Giornata ecologica a Torregrande ha portato al recupero di venti quintali di rifiuti o, se si preferisce, di duemila chili secondo quanto stabilito dalla pesata finale di Formula Ambiente, la ditta che gestisce a Oristano e nelle frazioni l’appalto della differenziata. Ciò significa che l’inciviltà e la scarsa attenzione verso l’ambiente sono due aspetti che ancora sono difficili da sconfiggere. In ogni caso, è stato fondamentale l’impegno di gruppo perché la quarta edizione organizzata dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Oristano nella borgata marina e nelle zone limitrofe arrivasse all’importante risultato. Oltre ai ragazzi delle prime medie delle scuole di piazza Manno, viale Diaz e via Marconi, hanno lavorato per tutta la mattina di oggi, sabato 4 maggio, numerosi volontari, tra cui i ragazzi della Consulta giovani e una rappresentanza di studenti del liceo classico e una delegazione dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimiliano Sanna e dall’assessore all’Ambiente Maria Bonaria Zedda.

Il piccolo esercito si è ritrovato nella piazza della Torre alle 8.30, con le iscrizioni e la distribuzione del kit fatto di maglietta, guanti, acqua e buste per la raccolta. Gli esperti del Centro di educazione ambientale e sostenibilità hanno guidato gli studenti nella pulizia e in un’attività di sensibilizzazione sul riciclo creativo e la raccolta differenziata. La truppa ha battuto a tappeto il centro abitato, l’area della pineta nei pressi del Tennis Club e il lungomare, evitando incursioni in spiaggia, rispettando così la volontà della Lipu, che da anni porta avanti un’opera di sensibilizzazione per evitare di intralciare la nidificazione del fratino che avviene nelle dune. Il Comune ha voluto coinvolgere le scolaresche, nella speranza di promuovere, tra le generazioni future, il senso civico che la quantità di rifiuti recuperata dimostra quanto sia ancora carente. Tra quelli raccolti c’era soprattutto tanta plastica, parecchia carta e molte bottiglie di vetro. L’assessora Maria Bonaria Zedda si è dichiarata «molto soddisfatta. È stata una giornata molto positiva, tanto è vero che, con nostra sorpresa, ai tanti giovani, agli studenti e ai volontari si sono aggiunti anche dei turisti. Abbiamo fatto un gran lavoro e la borgata ora è più pulita. Fortunatamente la situazione, pur essendo massiccia la quantità raccolta, non c’erano discariche abusive e rifiuti particolari».

A conclusione della giornata, c’è stato un piccolo fuori programma con un omaggio per i partecipanti che si sono rifocillati nei locali di Eolo Ristobar, che ha gentilmente messo a disposizione la sua attività. Da ultima c’è stata l’estrazione di alcuni ambiti premi tra coloro che hanno partecipato alla raccolta dei rifiuti: quattro biciclette regalo di Formula Ambiente e buoni spesa offerti da Spazio Conad Oristano, che hanno contributo a regalare un ulteriore sorriso ai ragazzi più fortunati. Ora il Comune si concentrerà sull’organizzazione di altre giornate ecologiche coinvolgendo altre zone del territorio.

In Primo Piano
Baronia

Spari nella sede del consorzio di bonifica di Siniscola, il consigliere comunale Giovanni Bomboi è ricercato dai carabinieri

di Sergio Secci
Le nostre iniziative