La Nuova Sardegna

Oristano

Il ricordo

Prende forma a Cabras il murale dedicato a Michela Murgia

di Caterina Cossu

	I docenti tracciano le linee per il murale a Michela Murgia
I docenti tracciano le linee per il murale a Michela Murgia

L’opera sarà realizzata dagli studenti del liceo artistico Carlo Contini. Tracciate le linee guida dei bozzetti sul muro lungo 80 metri che lo ospiterà

11 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Sarà un murale d’amore quello che, in memoria di Michela Murgia, sorgerà a Cabras a opera di studentesse e studenti del liceo artistico Carlo Contini di Oristano. Questo fine settimana, alcuni docenti dell’indirizzo Pittorico hanno tracciato le linee guida dei bozzetti sulle mura lunghe 80 metri messe a disposizione dall’amministrazione comunale del paese natio della scomparsa e compianta scrittrice. Saranno la base sulla quale lavoreranno da lunedì prossimo, 13 maggio, una trentina di giovani artiste e artisti della scuola secondaria superiore, insieme alle alunne e agli alunni delle terze medie di Cabras. «Abbiamo un impegno d’amore da rispettare. L’impegno è condiviso con l’amministrazione comunale di Cabras, attenta e sensibile, e con l’istituto comprensivo. Si chiude questa prima fase della riflessione sull’opera e la persona di Michela cominciata a gennaio con l’incontro con la sua famiglia e con Tomaso Montanari» scrive sulle sue pagine social il dirigente del liceo Classico-Artistico De Castro, Pino Tilocca.

Proprio nel liceo di piazza Aldo Moro, Michela Murgia ha insegnato religione, così come racconta nel suo ultimo libro uscito postumo, Ricordatemi come mi pare. E la sua scuola l’ha ricordata appunto con una lectio magistralis tenuta dall’amico e rettore dell’università per stranieri di Siena, Tomaso Montanari. Quel giorno c’erano anche Costanza, la madre biologica, e Annetta, la madre d’anima, insieme ad amiche e amici che l’hanno amata fin da quando non era famosa, come la docente Sabrina Sanna che ha presentato l’incontro. Ora arriva il murale, a suggello dell’affetto che la comunità scolastica le tributa: i bozzetti erano stati presentati proprio durante quella giornata dalla classe V C, e sabato 18 maggio avverrà la presentazione dell’opera compiuta, «Senza clamori e trombe squillanti, come si fa con le cose fatte per amore», conclude il dirigente Tilocca.

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative