La Nuova Sardegna

Oristano

Incidenti

Drammatico incidente stradale sulla Bosa-Alghero: una Fiat Panda infilzata dal guard rail

di Alessandro Farina

	La Panda dopo l'impatto
La Panda dopo l'impatto

Ferito gravemente il conducente

17 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Bosa Drammatico incidente stradale nel tratto al Km 5 della provinciale Bosa-Alghero. Un uomo è rimasto gravemente ferito dopo l’impatto della vettura, condotta da un amico, che uscendo di strada ha centrato il guard rail a lato della carreggiata. La barriera di protezione ha divelto il cofano motore dell’auto e attraversato l’abitacolo, fuoriuscendo di qualche metro oltre il lunotto posteriore del veicolo.

L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di giovedì, 16 maggio, nel tratto della litoranea Bosa-Alghero poco prima della zona di S’Abba Drucche. La Fiat Panda con a bordo i due uomini procedeva in direzione Alghero quando, per cause che saranno stabilite dagli accertamenti delle forze dell’ordine, dopo una curva è uscita di strada. Ad avere la peggio, a seguito dell’impatto dell’auto col guard rail, l’uomo seduto sul lato passeggero anteriore della vettura, che ha riportato gravi ferite al volto al collo e al braccio per l’attraversamento della barriera metallica sul fianco interno della Panda, mentre il guidatore ha riportato qualche trauma ed era in stato di choc.

Sul posto, dopo l’allarme lanciato via cellulare, è arrivata la Mike 10 della postazione 118 di Bosa, il cui personale ha prestato le prime cure ai feriti, e la squadra dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Cuglieri, per l’estrazione del ferito dall’abitacolo. Vista la situazione è stato richiesto l’intervento dell’elicottero di Areus, su cui ha preso posto il ferito in più gravi condizioni, non in pericolo di vita, trasportato all’ospedale di Sassari dal mezzo aereo. I rilievi, che stabiliranno esatta dinamica e cause dell’incidente sono stati effettuati dai Carabinieri della compagnia di Macomer.

In Primo Piano
L'appello

Gara di solidarietà a Macomer Tutti in fila per aiutare Antonio

di Simonetta Selloni
Le nostre iniziative