La Nuova Sardegna

Oristano

Corpo forestale

Bracconiere sorpreso e denunciato a Villaurbana

Bracconiere sorpreso e denunciato a Villaurbana

L’uomo dava da mangiare ai cinghiali per poi cacciarli

21 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Villaurbana Prima le perlustrazioni con tracce che hanno destato sospetti. Poi ci sono stati gli appostamenti che hanno dato i loro frutti. L'attività di prevenzione e repressione da parte del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale per contrastare il fenomeno del bracconaggio nel territorio della giurisdizione del servizio territoriale di Oristano ha portato a smascherare un bracconiere.

A compiere l'intervento è stato il personale della Stazione Forestale di Villaurbana, entrata in azione nella località Crannaxiu, dove ha dapprima rinvenuto diverse postazioni di pasturazione per poi tendere l'agguato alle prede, per lo più cinghiali.

Grazie a lunghe ore di appostamento notturno, gli agenti forestali hanno accertato la presenza di un cacciatore che imbracciava un fucile e che stava attendendo che la preda si avvicinasse al cibo. A quel punto è scattata la denuncia per il reato di esercizio venatorio in tempo di divieto generale e per il reato di foraggiamento di animali selvatici.

Hanno quindi proceduto a sequestrare il fucile e gli altri strumenti usati per la caccia di caccia, quindi hanno trasmesso l’informativa di reato alla procura della Repubblica di Oristano.

Il Corpo Forestale prende spunto da questo episodio per ricordare che la tecnica chiamata pasturazione viene utilizzata molto spesso dai bracconieri nell’ambito della caccia ai cinghiali per ottenere fiducia da parte degli animali selvatici ed è finalizzata ad abituare gli animali a frequentare una determinata area. Con foraggiamento s’intende l’attività di nutrire o procurare del cibo, in modo del tutto innaturale, agli animali selvatici.

Fornire cibo ai cinghiali è diventato reato e come tale perseguibile penalmente e può costare ammende che vanno da 516 a 2.065 euro e nei casi più gravi come questo di Villaurbana con l'arresto da due a sei mesi.

I cittadini possono segnalare al numero verde 1515 le situazioni ritenute illecite nonché qualsiasi elemento utile per individuare i trasgressori.

In Primo Piano
Il racconto

Fiamme tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

di Enrico Carta

Energia

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative