La Nuova Sardegna

Oristano

L’incidente

Cabras, disavventura per un cercatore di lumache: resta intrappolato in un pozzo per 15 ore

di Enrico Carta
Cabras, disavventura per un cercatore di lumache: resta intrappolato in un pozzo per 15 ore

L’uomo, molto provato, è stato salvato dai vigili del fuoco e portato in ospedale

03 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cabras È rimasto circa quindici ore dentro un pozzo prosciugato incustodito e senza copertura, poi, poco dopo la mezzanotte di oggi, lunedì 3 giugno, è stato ritrovato sano e salvo, anche se in condizioni non certo ottimali. La persona era uscita a cercare lumachine nella mattinata di ieri e stava camminando nei campi nei pressi della strada provinciale che porta a San Giovanni di Sinis, quando all'improvviso le è mancato il terreno sotto i piedi. Un attimo dopo il cercatore di lumachine si è ritrovato qualche metro più in basso intrappolato all'interno del pozzo non custodito e non coperto. Passato lo spavento del primo istante e accortosi di non avere traumi, ha iniziato a chiedere aiuto ripetutamente, ma nessuno poteva sentire le sue urla, nonostante a poche decine di metri da lì, per tutto il giorno, siano passate centinaia di auto di persone che si recavano nelle spiagge o nei siti archeologici del Sinis.

Dopo qualche ora, preoccupati dal non vederlo rientrare a casa, i familiari hanno chiesto l'intervento dei componenti della compagnia barracellare che hanno iniziato a cercarlo passando in punti non troppo distanti da quello in cui la persona si trovava intrappolata all'interno del pozzo, senza però individuarlo. Inutile è risultato qualsiasi tentativo di rintracciarlo al telefonino, perché il fatto che fosse caduto in profondità ha impedito la ricezione di qualsiasi segnale di rete.

Le ricerche sono andate avanti per tutto il pomeriggio e, prima che facesse buio, ai barracelli si sono uniti i vigili del fuoco che hanno proseguito la perlustrazione dei terreni nei paraggi della macchina della persona scomparsa. Attorno a mezzanotte finalmente la svolta. I vigili del fuoco hanno avvertito una sorta di lamento e si sono avvicinati al punto da cui proveniva. Alla fine hanno individuato il pozzo con la persona che era caduta al suo interno, issandola in superficie e quindi salvandola. L'uomo, per quanto provato, è apparso in buone condizioni di salute, ma è stato comunque portato al pronto soccorso dell'ospedale di Oristano per dei controlli medici, quindi ha fatto rientro a casa.

Quello dei pozzi incustoditi e della loro pericolosità resta un problema assai serio nelle campagne: in passato ci sono stati eventi drammatici terminati addirittura con la morte di persone.

In Primo Piano
L’oro agli Europei

Intervista a Filippo Tortu: «Bandiere sarde e Mattarella, che bello vincere così»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative