La Nuova Sardegna

Oristano

Lo schianto

Tramatza, si ribalta un mezzo dell’Esercito: muore militare di Sant’Anna Arresi, grave il collega

di Enrico Carta
Tramatza, si ribalta un mezzo dell’Esercito: muore militare di Sant’Anna Arresi, grave il collega

La vittima è il 45enne Stefano Pistis, L’incidente è avvenuto nei pressi del bivio per il paese al chilometro 103 in direzione Sassari. Non sono coinvolti altri veicoli. Traffico bloccato su un lungo tratto della 131 e deviato su una complanare

03 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Tramatza Un morto, il 45enne di Sant’Anna Arresi Stefano Pistis, e un ferito grave di 47 anni, che è stato trasportato all’ospedale Brotzu di Cagliari nonostante fosse cosciente al momento dei soccorsi. È il bilancio dell’incidente stradale avvenuto attorno alle 17 di oggi, lunedì 3 giugno, al chilometro 103 della statale 131, nei pressi del bivio di Tramatza in direzione Sassari, poco prima del distributore di carburante della Esso. A differenza di quanto si era appreso inizialmente, non sono coinvolti altri veicoli, ma solamente una camionetta dell’Esercito che si è ribaltata sulla carreggiata, probabilmente dopo aver sbandato e urtato il guardrail per cause ancora in fase di accertamento. A bordo del blindato Lince, mezzo utilizzato per le missioni all’estero, viaggiavano e solamente Stefano Pistis e il collega che si stavano recando al porto di Olbia per imbarcare il mezzo su cui viaggiavano.

Stefano Pistis prestava servizio al III Reparto dei bersaglieri di stanza a Teulada nella caserma Pisano in località Sa Portedda. Il mezzo su cui viaggiavano i due militari è un blindato e ha al suo interno anche una cellula di sicurezza che resiste a esplosioni, dal momento che il Lince viene utilizzato in scenari di guerra. All’origine dell’incidente potrebbe quindi esserci o una manovra errata oppure un guasto meccanico. Sul luogo della tragedia hanno operato i mezzi di soccorso del 118 regionale, con due ambulanze e due elicotteri, i vigili del fuoco del comando provinciale di Oristano, squadre dell’Anas e la polizia stradale. La circolazione su quel tratto della Carlo Felice è stata bloccata temporaneamente, salvo poi essere parzialmente ripristinata. Nel frattempo si è formata una coda lunghissima che parte addirittura dal bivio di Siamaggiore ed è qui, su una complanare, che il traffico, che sta lentamente tornando alla normalità, è stato deviato.

In Primo Piano
Il racconto

Fiamme tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

di Enrico Carta

Energia

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative