La Nuova Sardegna

Oristano

Piazza San Giovanni Battista

A Sedilo va in scena “Cantando De André”

di Maria Antonietta Cossu
A Sedilo va in scena “Cantando De André”

L’evento è organizzato dall’associazione Coru Meu

07 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sedilo Questa sera, sabato 8 giugno, nove artisti si sfideranno sul palco di Cantando De André per celebrare uno dei più grandi interpreti della musica d'autore.

La manifestazione è organizzata dall'associazione Coro Meu, che per il tributo a Faber nel 25° anniversario della morte ha scelto la formula del concorso canoro. I solisti e i gruppi in gara attesi sul palco di piazza San Giovanni Battista a partire dalle 20 sono Eliana Melis di Quartu Sant'Elena, F.C.O. di Musei, Gianfranco Gaias di Sedilo, Km 0 Acoustic Quartet di Cuglieri, Perpetuus Motus Sassari, Sand Creek di Nuoro e il duo di Ghilarza e Sedilo S&R Melodies (al secolo Roberta Pes e Stefano Loddo), Umbre de mainè di Sinnai e i V.M.A., provenienti da Cagliari.

I concorrenti eseguiranno tre brani del repertorio del cantante genovese. Interpretazioni e arrangiamenti saranno valutati da una commissione tecnica che decreterà il vincitore, il secondo e il terzo classificati.

Ne fanno parte lo scrittore, giornalista e fotografo Emanuele Cioglia, Antonello Manca, violinista e direttore d'orchestra, Andrea Cutri, chitarrista e compositore, il musicista Aurelio Serra e Andrea Cannas, ricercatore e docente universitario. Anche il pubblico sarà chiamato a esprimere le sue preferenze attraverso la compilazione di una scheda e a incoronare così il beniamino della piazza.

La direzione artistica della kermesse è affidata al maestro Giambattista Angotzi, che ha selezionato i cantanti e le formazioni musicali e si è occupato della cernita dei brani. Il repertorio spazia dai pezzi più celebri a quelli meno "inflazionati" della produzione del cantautore ligure, come Nella mia ora di libertà, Ave Maria e Disamistade. Lo spettacolo, organizzato in collaborazione con l' associazione Claire de Lune e il patrocinio del Comune, sarà presentato dall'attore Paolo Vanacore.

La prima edizione della rassegna dedicata a Faber sarà anche l'occasione per celebrare il decennale della fondazione della corale. Nel 2014 il sodalizio artistico ha tenuto a battesimo la polifonica CoroMeu, che ha esercitato fino al 2020. L'amministrazione del gruppo continua nel suo impegno in campo musicale con l'organizzazione di eventi.

«L'associazione – spiega la presidente Pina Salaris – ha unito questa ricorrenza all'omaggio a De André, che a 25 anni dalla morte è ancora molto amato» . Per citare le parole di uno dei cantanti in gara, «è stato capace di mettere in musica parole che raccontano le persone, la loro umanità, la loro miseria. E non si può parlare di De André al passato perché più di qualunque altro paroliere è al di sopra del passare del tempo». Oggi si esibiranno coristi, cantanti e musicisti tra i 12 e i 70 anni.

In Primo Piano
Il racconto

Fiamme tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

di Enrico Carta

Energia

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative