Trichinellosi, un nuovo ricovero a Nuoro: colpito un 15enne di Orgosolo

Un laboratorio di analisi

Un nuovo ricovero per trichinellosi, malattia provocata dalla presenza di un parassita nelle carni crude di suino, all'ospedale San Francesco di Nuoro. Si tratta di un ragazzo di 15 anni, di Orgosolo, che stamattina è arrivato nel reparto Malattie infettive del presidio nuorese con i classici sintomi della malattia, poi confermata dai primi accertamenti

NUORO. Le condizioni di salute del ragazzo non desterebbero preoccupazioni. La Asl di Nuoro ricorda le più importanti norme igienico-sanitarie per scongiurare il diffondersi della malattia: far esaminare da un veterinario la selvaggina e i maiali macellati a domicilio per determinare l'eventuale presenza delle larve del parassita nelle carni.

A tal proposito il Servizio Veterinario aziendale, ha messo a disposizione della popolazione, gratuitamente, le proprie strutture e risorse per l'effettuazione di questi controlli. La carne va consumata ben cotta, in modo che le eventuali larve presenti vengano inattivate o distrutte dal calore.

Nel caso si allevino maiali, impedire che mangino la carne cruda di animali, anche ratti, che potrebbero essere stati infestati dal parassita. Salatura, essiccamento, affumicamento e cottura nel forno a microonde della carne non assicurano l'uccisione del parassita.
WsStaticBoxes WsStaticBoxes