L'oro bianco tinto di «rosa»

Anna Scancella e Gianni Bonfigli. A destra, uno stabilimento (Fontanesi)

Premio ad Anna Scancella, big del gruppo Bs Quarrisar

 OROSEI. Pionieri a Orosei oltre sessanta anni fa e oggi ai vertici nazionali dell'industria estrattiva e di trasformazione del marmo. Questo in estrema sintesi il curriculum della famiglia Scancella Buonfigli che la settimana scorsa è valso ad Anna Scancella, del gruppo BS Quarrisar di Orosei, il premio conferito dalla Camera di commercio di Nuoro agli imprenditori che si sono distinti in campo regionale e nazionale nell'ultimo anno. Figlia del cavalier Vincenzo, giunto a Orosei con famiglia al seguito negli anni '50 dalle Marche per strappare i primi blocchi di marmo dalle pendici del monte Tuttavista, Anna Scancella insieme al marito Gianni Buonfigli siede ora a capo di una vera e propria holding del marmo che conta di quattro aziende (Marmi Scancella, Simg, Quadrifoglio Marmi e Graniti e la neoacquisita Tirreno Marmi) con oltre 150 addetti di grande professionalità. Una famiglia di imprenditori arrivata alla terza generazione con i figli Marco e Luca che concorrono con i genitori alla gestione del gruppo e che continua a conquistare importanti quote di mercato in tutto il mondo. Ai consolidati grandi clienti cinesi, indiani e taiwanesi, con i suoi marmi made in Orosei conta di aggiungere i nuovi e promettenti mercati del Brasile, est Europa, Indonesia e Corea del Sud. La grande intuizione della Quadrifoglio Marmi e Graniti srl è stata quella di aver aperto da un paio d'anni una sede strategica a Verona, capitale italiana e snodo cruciale internazionale del mercato del marmo, dove occupa 15 addetti ed è stata inserita nella top ten delle aziende veronesi del settore. La nuovissima sede dell'azienda è stata inaugurata mesi fa ed è stata realizzata utilizzando marmi di Orosei con scelte architettoniche ed estetiche di grande impatto: un importante e prestigioso biglietto da visita per il pregiato e ricercato «oro bianco» della Baronia. «Il grande valore del premio conferito ad Anna Scancella e alla attività imprenditoriale del gruppo - rimarca la Confindustria nuorese - non gratifica solo la propria azienda ma rappresenta un viatico fondamentale per riaffermare il principio che le risorse locali possono garantire un futuro economico e occupazionale puntando sull'innovazione e sapendo comunicare le proprie capacità d'impresa».
WsStaticBoxes WsStaticBoxes