La Nuova Sardegna

Vanessa ha vinto: ora si chiama Mele

Vanessa Mele ha 19 anni e si prepara all’esame di maturità
Vanessa Mele ha 19 anni e si prepara all’esame di maturità

La prefettura di Nuoro concede alla 19enne il cambio di cognome: assume quella della mamma, uccisa dal padre sotto i suoi occhi

10 giugno 2011
2 MINUTI DI LETTURA





 NUORO. Ora, come nei suoi desideri, si chiama Vanessa Mele. Ha 19 anni, tra qualche giorno affronterà la maturità al liceo Asproni di Nuoro, e con un nome che le fa chiudere un capitolo del suo passato. Vanessa ieri si è vista riconoscere ieri il cognome della madre, Anna Maria Mele, uccisa sotto i suoi occhi, nel 1988, dal padre Pier Paolo Cardia, nel frattempo uscito dal carcere dopo aver scontato 9 dei 14 anni inflittigli con il rito abbreviato. Un iter cominciato il 22 settembre dello scorso anno e chiuso con il decreto arrivato due giorni fa in prefettura a Nuoro. Nel provvedimento il sottosegretario Michelino Davico autorizza la modifica del cognome, da Cardia a Mele, che ora dovrà essere ratificata in tutti i documenti personali della giovane. Il procedimento è stato perfezionato dopo la pubblicazione dell'atto, per 30 giorni, all'albo pretorio del Comune di Mamoiada, dove Vanessa vive con la sua nuova famiglia, i genitori adottivi Agostino Mele, fratello di Anna Maria, e Lina Mastinu, e i loro due figli. «Sono contenta - ha detto -, questa cosa l'ho fortemente voluta e spero così di chiudere con il passato». La sua vicenda, però, non può considerarsi ancora conclusa: resta aperta la questione della reversibilità della pensione della mamma, dipendente della Direzione provinciale del lavoro a Nuoro. Attualmente Vanessa percepisce solo il 20 per 100 dell'assegno, che viene invece ritirato da suo padre, nonostante la condanna per uxoricidio. Sconcerto e polemiche a non finire erano dunque sorti per una procedura ritenuta dai più un insulto alla giustizia. Tutto è fermo al Senato, che è chiamato ad approvare una legge che escluderà dal diritto alla pensione tutte le persone che si siano macchiate di delitti efferati.
In Primo Piano
Tragedia nella notte

Schianto lungo sulla strada per Jerzu, 34enne muore sul colpo

Le nostre iniziative