La Nuova Sardegna

Maxi evasione fiscale, nei guai impresa di pompe funebri

Maxi evasione fiscale, nei guai impresa di pompe funebri

Un'evasione di oltre 1 milione di euro è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Arbatax che con l'operazione Caronte ha sferrato un duro colpo alla evasione fiscale nel settore delle onoranze funebri in Ogliastra.

22 ottobre 2011
2 MINUTI DI LETTURA





NUORO. Un'evasione di oltre 1 milione di euro è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Arbatax che con l'operazione Caronte ha sferrato un duro colpo alla evasione fiscale nel settore delle onoranze funebri in Ogliastra. L'indagine è durata circa un anno e ha visto la partecipazione di tutti gli Uffici Anagrafici, le Asl ed altri enti pubblici del territorio.

I finanzieri hanno raccolto dati e documenti su oltre 1.000 decessi avvenuti in Ogliastra dal 2006, analizzando i registri mortuari dei Comuni e delle Asl ed i versamenti dei diritti per loculi o tumulazioni. Sono stati effettuati riscontri paralleli con le biglietterie delle varie compagnie di navigazione che hanno consentito di risalire alle imprese che effettuavano i funerali anche nel resto della penisola. Dopo di che è stato fatto un accertamento fiscale nei confronti di un'impresa ogliastrina e sono state contattate oltre 100 famiglie di defunti che hanno fornito molti elementi utili sull'effettivo prezzo corrisposto per i funerali dei congiunti. Il lavoro delle Fiamme gialle ha accertato che l'impresa a conduzione familiare operante anche nel settore del commercio floreale, ha evaso oltre 1 milione di euro tra funerali e allestimenti cerimoniali.

Sono circa 200 i funerali per cui la società non ha emesso alcun documento fiscale e, nella quasi totalità dei casi, ha operato una sottofatturazione del 50% del danaro incassato per gli altri servizi funebri. In pratica a fronte di incassi per circa 3/4 mila euro, la società emetteva fatture per 1.800 euro (i contribuenti possono detrarre le spese funebri per 1.600). L'evasione ha riguardato anche il numero delle bare "in nero": gli acquisti documentati erano inferiori ai funerali organizzati. E' stata trovata una serie di agende e block-notes con dati interessanti. Le indagini proseguiranno con controlli alle altre imprese di onoranze funebri.
In Primo Piano
Maltempo improvviso

Olbia, il forte vento devasta lo stabilimento di My Sportabilità

Video

Europeade del folklore, Alessandra Todde: «Nuoro al centro della cultura europea»

Le nostre iniziative