La Nuova Sardegna

L’iniziativa. Un corso introduttivo di informazione scientifica

La prima tappa in Barbagia della Scuola sarda di ipnosi

Una corsia d’ospedale A sinistra, una foto simbolo dell’ipnosi
Una corsia d’ospedale A sinistra, una foto simbolo dell’ipnosi

18 febbraio 2012
2 MINUTI DI LETTURA





 NUORO. Nasce la sede sarda della Società italiana di ipnosi (Sii) e fa subito tappa a Nuoro. Alcuni giorni fa, infatti, uno dei sei moduli formativi del primo corso introduttivo di informazione scientifica sull'ipnosi ha fatto tappa nel capoluogo barbaricino. E la risposta è stata decisamente buona, come spiega Lucia Latte, una delle promotrici dell'iniziativa che, assieme al gruppo di medici e psicologi sardi che si è specializzato alla Scuola italiana di ipnosi e psicoterapia Ericksoniana, ha contribuito a portare la Sii in Sartegna.  «L'obiettivo del corso, che ha fatto tappa anche a Nuoro proseguendo poi a Sassari e che sarà a Cagliari il 17 marzo, è fornire un'informazione scientifica e corretta su una branca medico-psicoterapeutica troppo spesso oggetto di pregiudizi. Per questo motivo il corso è aperto ad un ampio spettro di figure che operano in ambito socio-assistenziale: medici, odontoiatri, psicologi, psicoterapeuti, fisioterapisti, ostetriche, infermieri, pedagogisti, educatori, assistenti sociali». Nonostante il carattere itinerante dell'evento formativo, è possibile iscriversi anche ai singoli moduli.  Il modulo di Nuoro, che si è svolto nella sala dell'Ordine dei medici chirurghi di via Gramsci, è stato tenuto da Consuelo Casula, psicoterapeuta sarda diventata riferimento internazionale in ambito ipnotico, sino ad essere nominata "president elect" della società europea di ipnosi. Il suo modulo aveva come tema «Ipnosi e resilienza». «La resilienza - spiega ancora Lucia Latte - è un termine che la psicoterapia ha preso in prestito dalla fisica, e indica la proprietà dei corpi di reggere urti improvvisi senza spezzarsi».  Un concetto che ha appassionato non poco i presenti, forse perché l'attuale momento storico sembra chiamare la società stessa a scoprire la propria "resilienza". Il successo dell'iniziativa, insomma, è stato ampio, considerato che il seminario non dava competenze specifiche, e ha registrato un numero elevato di iscritti, provenienti da tutta la Sardegna. L'iniziativa è proseguita a Sassari il 4 febbraio con Camillo Valerio, che ha tenuto il modulo dal titolo «Applicazioni dell'ipnosi ericksoniana in psicoterapia ed in medicina», e si concluderà a Cagliari il 17 marzo con Giuseppe de Benedittis che tratterà «L'ipnosi nel controllo del dolore». Ulteriori informazioni possono essere trovate sul sito www.ipnosisardegna.it.
In Primo Piano
Maltempo improvviso

Olbia, il forte vento devasta lo stabilimento di My Sportabilità

Video

Europeade del folklore, Alessandra Todde: «Nuoro al centro della cultura europea»

Le nostre iniziative