La Nuova Sardegna

federalberghi

«Lunga estate, il bando è carente»

Il presidente Maccioccu: «Nessun contributo per 352 imprese»

25 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. La Federalberghi mette nero su bianco le sue perplessità sul bando della Regione “Lunga estate 2013”. Il presidente regionale Giorgio Maccioccu ha scritto una lettera all’assessore regionale del lavoro, Virginia Mura, in cui evidenzia alcune criticità del bando che prevede l’erogazione di contributi per l’allungamento della stagione turistica alle imprese del settore che impiegheranno in Sardegna lavoratori stagionali oltre i mesi di luglio e agosto, e quindi nei periodi di maggio-giugno e settembre-ottobre-novembre. L’assessorato, infatti, ha pubblicato giovedì l’elenco delle 240 imprese ammesse al finanziamento complessivo di 3 milioni e 600mila euro. «La prima criticità del bando – afferma Maccioccu, numero uno regionale di Federalberghi Confcommercio – è data dalla lunghezza del procedimento, che farà sì che le imprese andranno a ricevere i fondi con un ritardo che oggi è insostenibile rispetto ai tempi di esborso delle cifre. Il secondo aspetto è determinato dal fatto che 352 imprese non hanno potuto accedere al contributo per insufficienza di fondi. È evidente che in un momento come questo occorra fare uno sforzo affinché vengano reperite risorse per poter consentire almeno a una buona parte di queste imprese di poter vedere soddisfatta la propria richiesta». Maccioccu, infine, chiede alla Regione di supportare le imprese turistico-ricettive, visto che «nonostante la crisi, oggi il settore del turismo, e quello alberghiero in particolare, stanno garantendo livelli occupazionali rilevanti per la nostra isola».

In Primo Piano
La polemica

Pro vita e aborto, nell’isola è allarme per le nuove norme

di Andrea Sin
Le nostre iniziative