La Nuova Sardegna

Olbia, gioca 14 euro e vince 21 milioni

di Antonello Palmas
Olbia, gioca 14 euro e vince 21 milioni

La tabaccheria in cui è stato centrato il “sei”, unico in Italia, si trova in una delle zone più colpite dall’alluvione

25 maggio 2014
3 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. Una pioggia di euro grazie al Superenalotto. Un colpo di fortuna in uno dei quartieri più colpiti dal disastro creato dal ciclone Cleopatra sei mesi fa. È made in Olbia l'unico “sei” centrato in Italia con il concorso di ieri e che ha portato nelle tasche di un anonimo una cifra da paura: 20.8 milioni, a tanto ammontava il jackpot riservato alla vincita più alta. La schedina che definire fortunata sarebbe eufemistico è un minisistema da 14 euro ed è stata giocata ieri, a ridosso dell’orario di chiusura delle puntate (alle 18.50) in una tabaccheria-punto Sisal della centralissima via Roma, quella di Antonello Selloni. Si tratta di una zona che il quel tragico 18 novembre, come la maggior parte delle vie intorno, era sepolta sotto cumuli di acqua e fango, distrutta da uno degli eventi che segneranno per sempre la storia di questa città.

La vittoria di quasi 21 milioni di euro (ci sono in aggiunta anche gli spiccioli dei sei “quattro” da 341 euro ciascuno, come se non bastasse) rappresenta insomma una sorta di risarcimento, ma per uno solo. Una compensazione della fortuna che sarebbe bello immaginare finisca nelle mani di qualcuno davvero danneggiato dall'alluvione. Qualcuno che potrebbe magari pensare di utilizzarne buona parte proprio per dare una mano a chi non ha più nemmeno i soldi per tentare la fortuna dopo il disastro che ha messo in ginocchio mezza città.

Per il tabaccaio Antonello Selloni è difficile immaginare chi possa aver fatto il colpo della vita: «Può essere stato chiunque – dice, ancora sorpreso dall'improvvisa svolta che ha preso un sabato sera come tanti altri e assalito dalle telefonate e dalle visite –; qui ho una mia clientela abitudinaria, ma in via Roma passa tanta gente ed è difficile fare qualunque ipotesi. Tanti che giocano la schedina li vedi quella volta, poi spariscono. Possiamo comunque già escludere che siamo di fronte a un grande sistema, trattandosi di una giocata da 14 euro, al massimo la vincita può essere divisa in due o quattro quote. Per la precisione, il bottino del “sei” è di 21 milioni e 836.103,22 euro, più 1.446 euro dei sei "quattro"». Questa la combinazione vincente del concorso Superenalotto di ieri: 3-22-38-70-77-81. Numero jolly: 32. Numero Superstar: 22. Nessun «5+1». Nessun Superstar. Il jackpot per il «sei» riparte da 6.3 milioni di euro.

Si tratta del terzo “sei” centrato nel 2014, dopo i quattro del 2013, considerato un anno fortunato: a gennaio a Bari finirono 26 milioni di euro, a febbraio 12 milioni premiarono Prato. Ed è il numero 108 della storia del Superenalotto.

A Selloni, cui a scanso di equivoci spetterà solo l’8 per cento della giocata (calcolatrice alla mano, fa 1 euro e 12 centesimi...) resta solo la pubblicità e la gradevole sensazione di aver servito la felicità (speriamo) a qualcuno sotto forma di un tagliando. All’anonimo vincitore il difficilissimo compito di gestire bene la fortuna: non ci riescono in molti, ma chiunque vorrebbe correre questo tremendo “rischio”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Criminalità

Nuoro, 45 chili di marjuana e 74mila euro in contanti: arresto della polizia in città

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative