La Nuova Sardegna

senza avversari

A Genoni Soddu ottiene il terzo mandato

di Ivana Fulghesu
A Genoni Soddu ottiene il terzo mandato

GENONI. Roberto Soddu si riconferma sindaco del paese della Giara per la terza volta. Una corsa in solitaria per la lista civica “Santu Antine” senza avversari diretti, ma con l'incognita del più...

26 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





GENONI. Roberto Soddu si riconferma sindaco del paese della Giara per la terza volta. Una corsa in solitaria per la lista civica “Santu Antine” senza avversari diretti, ma con l'incognita del più temibile degli avversari: l'astensionismo. Così non è stato, e alle 19.30 il quorum è stato raggiunto. Il dato sull'affluenza si è tenuto basso durante la mattinata e la possibilità di raggiungere il quorum si è intravista solo alle 19. Alla fine ha votato il 64,47% degli elettori.

Soddisfatto Soddu, alla guida del paese ormai da 10 anni, che si prepara ad affrontare le sfide dei prossimi cinque di mandato. Insieme a Soddu ci sono Giorgio Carta, Antonino Congiu, Vitalia Loi, Giuseppe Melis, Carlo Onida, Ignazio Piredda, Gianluca Serra e Michela Trudu, una squadra rinnovata per metà, con quattro volti nuovi e, per la prima volta, con due donne. «Nonostante tutto, un gruppo di persone che ha deciso responsabilmente di proporsi agli elettori per amministrare il Comune di Genoni c'é!», avevano scritto i candidati della lista “Santu Antine” constatando la mancanza di avversari. Appello a cui i cittadini hanno risposto positivamente scegliendo di non disertare le urne. Il primo cittadino, come ha più volte ribadito nel corso delle ultime settimane, avrebbe preferito confrontarsi con un'altra lista, invece, ha sconfitto l'astensionismo, che avrebbe potuto costringere il Comune, laddove non si fosse raggiunto il quorum, ad un anno di commissariamento. Nelle prossime ore, l'analisi del voto per valutare il risultato definitivo, ma il dato confortante è che il paese non sarà commissariato.

In Primo Piano
Il soccorso

Giovane amazzone cade da cavallo alla processione di Beata Maria Gabriella a Nuoro: è grave

Le nostre iniziative