La Nuova Sardegna

Importuna i turisti e fugge in bici: in cella

Importuna i turisti e fugge in bici: in cella

Dopo aver importunato diversi turisti che si stavano recando al mare, quando ha visto arrivare i carabinieri ha deciso di darsi alla fuga a bordo di una bicicletta che aveva rubato il giorno prima...

27 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





Dopo aver importunato diversi turisti che si stavano recando al mare, quando ha visto arrivare i carabinieri ha deciso di darsi alla fuga a bordo di una bicicletta che aveva rubato il giorno prima nel porto di Villasimius. I militari lo hanno inseguito e bloccato nonostante abbia opposto resistenza. Il fatto è avvenuto ieri pomeriggio nei pressi del porto turistico “Marina di Villasimius”. I carabinieri hanno appurato che la bicicletta del valore di 500 euro era stata rubata. Per ironia della sorte, il proprietario della bicicletta, un noto avvocato cagliaritano, si trovava in caserma per denunciare il furto. Il professionista
ha riconosciuto la bicicletta che gli è stata resa, mentre Antonello Tedde (foto), un disoccupato di 54 anni di Cagliari, è stato arrestato. (g.c.b.)

In Primo Piano
Trasporti

Aeroitalia saluta Alghero: «Costi troppo alti impossibile proseguire»

di Claudio Zoccheddu
Sardegna

Sassari, oltre duemila persone in piazza d'Italia per l'Otello

Le nostre iniziative