La Nuova Sardegna

Google Glass per guardare la “Turandot”

Google Glass per guardare la “Turandot”

Il Lirico di Cagliari è il primo al mondo a creare l'esperimento di opera interattiva

29 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. La Fondazione Teatro Lirico di Cagliari sarà la prima al mondo ad utilizzare Google Glass per creare il primo esperimento di Opera Interattiva. La sperimentazione inizierà oggi e interesserà l’innovativa “Turandot” di Puccini che resterà in scena nel teatro cagliaritano sino al 16 agosto.

Assistere ad un’opera significa normalmente ascoltare parole, musica, osservare gestualità e immagini: lo spettatore guarda la rappresentazione dal proprio punto di vista. Ora, attraverso un sistema sviluppato per i Google Glass da Tsc Lab, partner del MediaLab dello stesso Teatro e Google Enterprise Partner, sarà possibile vedere l’opera dal punto di vista di chi la canta o di chi la segue da dietro le quinte.

Il progetto del Teatro Lirico di Cagliari è estremamente innovativo: prima istituzione lirica al mondo a creare un Centro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico, ora per la prima volta in assoluto sperimenta l’utilizzo dei Google Glass nell’opera lirica direttamente dal palcoscenico.

Il pubblico potrà quindi collegarsi sui profili social del teatro, da casa o da un qualunque altro posto, per guardare live il materiale multimediale che i protagonisti condivideranno.

Gli spettatori potranno finalmente osservare lo spettacolo con gli occhi di chi lo mette in scena. La Turandot del Lirico di Cagliari è un allestimento che vede molti punti di innovazione, a cominciare dalle scenografie in chiave contemporanea che il Sovrintendente del Teatro, Mauro Meli, ha affidato all’artista contemporaneo Pinuccio Sciola. A questo si aggiunge anche il lavoro di comunicazione sui Social e ora questa collaborazione unica con Google Glass.

Elezioni regionali 2024

Video

Il ministro Antonio Tajani a Olbia: «Gallura roccaforte azzurra, esportiamo il modello in Italia»

Le nostre iniziative