La Nuova Sardegna

“Morti favolose di animali comuni” Tour sardo di Polizzi

ISILI. Tre date con Renato Polizzi per la rassegna Scrittori a piede Lìberos, organizzata dall’associazione Lìberos, per entrare nel mondo degli animali in maniera lieve ed ironica. Lo scrittore...

29 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ISILI. Tre date con Renato Polizzi per la rassegna Scrittori a piede Lìberos, organizzata dall’associazione Lìberos, per entrare nel mondo degli animali in maniera lieve ed ironica. Lo scrittore siciliano sarà nell’isola a partire da giovedì 31 luglio per presentare il suo nuovo libro “Morti favolose di animali comuni”, edito da Caracò, nella collana “Freschi” curata da Francesco Abate.

Si comincia giovedì 31 a Isili, dove l’autore sarà ospite della libreria Godot a partire dalle 19. Venerdì 1° agosto, invece, Polizzi sarà a Porto Torres. Alle 20, insieme con Lalla Careddu, racconterà la sua divertente indagine sulle morti misteriose di alcuni animali negli spazi della Torre aragonese (appuntamento curato in collaborazione con la libreria Koinè). Ultima tappa del tour ad Alghero, lunedì 4 agosto alle 21, nella libreria Cyrano di via Vittorio Emanuele.

Ma che cos’è “ Morti favolose di animali comuni” ? Della vita degli animali conosciamo tutto: le abitudini alimentari, le stagioni in cui migrano, i periodi in cui si accoppiano, il modo in cui si corteggiano, lo striminzito kamasutra, i tempi della cova, le modalità con cui cacciano, le stagioni del letargo, il tempo che le varie specie dedicano all’accudimento della prole. Di come muoiano, invece, non sappiamo nulla.

Morti favolose di animali comuni è il primo bestiario che prova a svelare questo mistero attraverso il racconto di venti morti esemplari di animali, comprese quelle di un particolare tipo di uomo e della mitica fenice. Un’indagine divertita e divertente alla scoperta della morte kantiana dello scarafaggio, di quella poco equestre del cavallo, quella paesaggistica del cammello, della morte bianca del castoro, della morte scanzonata della cicala. E se ancora vi state domandando: perché un bestiario?

Perché, come dice Cortázar, i bestiari sono come degli specchi, «di quelli che non si trovano nelle nostre stanze da bagno, ma nei quali è bene guardarsi di tanto in tanto».

L’autore. Renato Polizzi vive a Marsala dove è titolare di un’agenzia di comunicazione (Communico) ed editore di “Radio Itaca 98.4” e del giornale freepress “Marsala c’è”.?Ha pubblicato due libri: “Riso all’Ortica” e “Totomorfosi” (storia di un giovane siciliano che un giorno si risveglia trasformato in Totò Cuffaro), entrambi per Navarra Editore.

Incidente stradale

Sassari, pedone investito da un autocarro in via Bogino

Le nostre iniziative