La Nuova Sardegna

Vertenza Meridiana, cadono le prime teste

Vertenza Meridiana, cadono le prime teste

Il direttore delle relazioni industriali Sergio Solinas è stato messo alla porta dopo 25 anni

29 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. Cadono le prime teste nel top management Meridiana: venerdì l’amministratore delegato Roberto Scaramella ha messo alla porta senza tanti complimenti Sergio Solinas, direttore delle relazioni industriali. Era l’uomo delle trattative sindacali, un ruolo chiave in questo momento di crisi della società, che conta oltre un migliaio di lavoratori dichiarati in esubero.

Sassarese, 25 anni di fedele carriera alle spalle, Solinas è la prima vittima della cura dimagrante dettata dal fondo Akfed. La prima, non l’unica: sempre durante il fine settimana altri tre dirigenti sarebbero stati silurati e affondati.

Forse davvero la compagnia aerea dell’Aga Khan sta cambiando rotta e strategia. Un nuovo corso segnato dalle dimissioni di Franco Trivi dal consiglio d’amministrazione, sostituito da Marco Rigotti come presidente della holding. Tagliare e ridurre i costi, senza risparmiare niente e nessuno. Così è arrivato il benservito anche per qualche manager del gruppo.

Sergio Solinas aveva iniziato la carriera proprio in Meridiana, con incarichi sempre nel settore della gestione del personale. Per qualche anno, tra il 2010 e il 2012 aveva trasferito armi e bagagli in Meridiana Maintenance, consociata del gruppo, come direttore delle risorse umane. Circa un anno fa il ritorno a casa, in Meridiana.

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative