La Nuova Sardegna

Rissa in spiaggia tra romani e milanesi

Cinque persone, tra cui un bambino di otto anni, sono rimaste ferite nel corso di una rissa scoppiata ieri mattina, per futili motivi (tra una famiglia di turisti romani e una di milanesi) a Pixina...

28 agosto 2014
1 MINUTI DI LETTURA





Cinque persone, tra cui un bambino di otto anni, sono rimaste ferite nel corso di una rissa scoppiata ieri mattina, per futili motivi (tra una famiglia di turisti romani e una di milanesi) a Pixina Rei nella spiaggia che si trova dirimpetto ad una nota struttura ricettiva del litorale di Muravera, nella costa sud orientale. L’intervento dei carabinieri del posto fisso estivo di Costa Rei, guidati dal comandante il brigadiere capo Giuseppe Canu, allertati dal bagnino, che ha cercato inutilmente di separare i contendenti, ha impedito conseguenze ben più gravi.

La rissa pare sia stata causata da una animata discussione per il posizionamento degli ombrelloni sul fronte spiaggia, poi degenerata. I contendenti, infatti, dopo essersi insultati a vicenda sono passati dalle parole ai fatti e se le sono date di santa regione tra lo stupore delle altre persone che si trovavano in spiaggia che hanno assistito incredule al parapiglia. Ad avere la peggio è stato M.D.
un commerciante di 51 anni residente ad Albignano una frazione di Truccazzano D’Adda, una cittadina dell’hinterland di Milano. Ha riportato la sospetta frattura di una costola e del setto nasale. I carabinieri hanno denunciato per lesioni un commerciante lombardo, e tre meccanici romani (g. c. b.)

In Primo Piano
Il funerale

«Il nostro Stefano torna a casa»: all’ippodromo di Sassari la camera ardente per il giovane fantino

Le nostre iniziative