«Mia figlia nel pancione e il nostro diario sul web»

Valentina Loche, 36 anni, racconta da mesi la sua “gravidanza emozionale” «Condivido ciò che provo, gli altri mi raccontano le loro storie e i loro pensieri»

ORANI. Per nove mesi è cresciuto nel pancione guardando il mondo attraverso gli occhi della mamma, vivendo insieme a lei ogni emozione. Ora quel millimetroemezzo d’amore è pronto ad affacciarsi alla vita. Pronto per farsi coccolare tra le braccia di mamma Valentina. Che quel mondo gliel’ha raccontato ogni giorno, per nove mesi, attraverso un blog: da quando, insieme a papà Gianni, ha visto comparire la famosa lineetta che annunciava la dolce attesa, fino a oggi che la gravidanza è agli sgoccioli. A quella creatura cresciuta dentro di sé, Valentina Loche, 36 anni, di Orani, educatrice professionale e attrice nella compagnia teatrale Barbariciridicoli, ha voluto dedicare il blog, condividendo con il web la sua esperienza in una sorta di diario dove scrive direttamente al bebè che porta in grembo e che lei e suo marito, Gianni Putzu, 41 anni, nuorese, tecnico informatico e tenore nel Complesso vocale di Nuoro, chiamano millimetroemezzo. Tanto era grande all’incirca quel frugoletto a cinque settimane, quando hanno saputo del lieto evento. «Non è un diario con descrizioni tecniche o consigli sulla gravidanza, di cui il web è pieno, ma la condivisione di questa esperienza a livello emozionale e dei nostri buoni propositi educativi e di vita – spiega Valentina, mentre accarezza il pancione, al termine dell’ennesima visita di controllo –. È un dialogo tra me e millimetroemezzo, grazie al quale comunico tutto ciò che accade dentro di me e al di fuori, per preparare la nostra creatura a ciò che l’aspetta una volta venuta al mondo».

Valentina ama comunicare. Non a caso recita in una compagnia teatrale. Ma è soprattutto una fan delle emozioni. Che ama vivere intensamente. «L’idea del blog ce l’avevo da tempo, ma volevo una storia speciale da raccontare. E cosa c’è di più speciale di una gravidanza?». Così è nata l’avventura on line con millimetroemezzo.blogspot.it. Che fin da subito ha registrato numerosi accessi, anche grazie all’aiuto della madrina web di millimetroemezzo, Eleonora Casula. «Il blog racconta di una gravidanza emozionale perché la gravidanza non è solo il corpo che si trasforma, non è solo controlli, esami, visite e regole alimentari da seguire. È soprattutto emozione, fin da quando appare quella famosa lineetta e capisci che la tua vita sta per cambiare», spiega Valentina.

Passano le settimane e millimetroemezzo cresce sempre di più. Mamma Vale racconta di quando ha sentito «quel tic nella pancia», e l’ha sentito muoversi per la prima volta. E di quando ha saputo che sarebbe stata una bella bimba. «Sentire il tuo battito è sempre una meraviglia. Il ginecologo ci svela che sarai una bella femminuccia. Ciao piccolina, felice di averti nella mia pancia», scrive nel blog. In questi nove mesi Valentina ha raccontato alla sua bimba di come vanno le cose nel mondo che presto conoscerà. Avvenimenti, progetti per il futuro, riflessioni. «Non so se sarò una brava madre ma ho intenzione di mettercela tutta pur sapendo che commetterò molti errori. La condivisione di ciò che provo e di ciò che penso attraverso il blog mi dà già diversi feedback di persone che mi scrivono per dirmi il loro pensiero o per raccontarmi le loro storie: per me è tanto. Mi dà la possibilità di confrontarmi e di capire diverse cose». Col suo bel pancione, a settembre, ha portato in scena l’ultimo spettacolo nel carcere di Badu ’e Carros.

«Ti insegneremo ad amare liberamente, a sorridere all’amore e non averne paura», ha scritto Valentina a giugno, al suo rientro dal Sardegna Pride.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes