Il Tar respinge il ricorso di Pulina: no al doppio incarico Ente foreste-Università

Giuseppe Pulina

Il direttore del Dipartimento di Agraria di Sassari dovrà rinunciare allo stipendio di docente fino a quando continuerà a ricoprire il ruolo di commissario

SASSARI. Il direttore del Dipartimento di Agraria dell’università di Sassari Giuseppe Pulina, nominato dalla Regione commissario dell’Ente Foreste dovrà rinunciare allo stipendio di docente fino a quando continuerà a ricoprire il nuovo incarico e dovrà inoltre restituire anche sette mensilità percepite tra novembre 2014 (mese della nomina all’Ente foreste) fino all’aprile 2015.

Lo hanno stabilito i giudici del Tar Sardegna che hanno respinto il ricorso di Giuseppe Pulina alla sentenza dello scorso aprile. La querelle era nata quando il rettore Massimo Carpinelli, dopo un primo via libera alla nomina di Pulina, aveva negato il nullaosta affermando che il doppio incarico non era consentito dalla legge, oltre che da motivi di opportunità per i problemi che secondo il magnifico sarebbero potuti sorgere nella gestione di due realtà così importanti da parte di un’unica persona.

Carpinelli aveva dunque intimato a Pulina di usufruire dell’aspettativa dall’università di Sassari per potersi dedicare agli impegni cagliaritani. Il direttore di Agraria però si era opposto alla decisione del rettore e aveva continuato a ricoprire i due incarichi.

Il botta e risposta tra i due si sono susseguiti tra ottobre e novembre del 2014 fino a che Giuseppe Pulina, di fronte alla determinazione del rettore Carpinelli, che nel frattempo aveva addirittura emanato un decreto apposito, aveva deciso di proporre ricorso al Tribunale amministrativo della Sardegna contro la decisione del rettore dell’ateneo turritano. I giudici gli hanno dato torto ad aprile e qualche giorno fa hanno respinto il suo ricorso.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes