Odissea per 101 passeggeri 15 ore da Roma ad Alghero

Il forte maestrale impedisce l’atterraggio e l’aereo viene dirottato a Cagliari A Elmas non c’è personale e il comandante dà l’ok allo sbarco dopo un’ora e 20

ALGHERO. Per i 101 passeggeri il volo Roma-Alghero di sabato è stato un calvario lungo 15 ore. L'aereo Alitalia doveva partire per il Riviera del corallo alle 21:30 ma in quel momento un’ondata di maltempo ha colpito lo scalo di Fiumicino. Pessime condizioni climatiche che hanno ridotto l'operatività dei decolli e quindi il volo per Alghero è stato rinviato continuamente, fino a mezzanotte inoltrata, quando finalmente è riuscito a partire verso Alghero, dove è arrivato intorno alla 1:30. Ma le condizioni meteo sul Riviera del corallo non erano migliori di quelle di Fiumicino, anzi, decisamente più turbolente visto che lo scalo algherese veniva investito in qul momento da forti raffiche di vento maestrale che colpivano di traverso la pista. Il comandante ha effettuato un primo tentativo di atterraggio ma ha desistito perché la bufera di maestrale riduceva al minimo le condizioni di sicurezza.

Atterraggio impossibile. L'aereo ha così ripreso quota e ha provato a riavvicinarsi alla pista dal lato nord ma anche il secondo tentativo è fallito a causa della presenza di raffiche di oltre 50 nodi, con forza intorno ai 100 chilometri orari. A bordo nessuna scena di panico ma tanta preoccupazione soprattutto nel momento in cui il comandante ha dato la notizia che per le condizioni meteo proibitive aveva deciso di dirottare il collegamento su Cagliari dove la situazione climatica era decisamente più favorevole. Comprensibile la delusione a bordo: persone che attendevano nello scalo, impegni familiari disattesi, un rientro a casa che veniva rinviato - è proprio il caso di dirlo - a data da destinarsi.

Prigionieri a bordo. A Cagliari il volo Alitalia è atterrato alle 2:54. Da quel momento l'avventuroso viaggio dei 101 passeggeri è entrato nel vivo di una nuova odissea: all'aeroporto di Elmas non c'era personale per l'assistenza ai viaggiatori quindi il comandante ha deciso di trattenere a bordo tutti in attesa della predisposizione a terra di un minimo di servizio. Sono state anche allertate le società di trasporto per mettere a disposizione i bus per fare rientrare le 101 persone ad Alghero. L’attesa a bordo è dura un'orata e 20 minuti, poi finalmente i passeggeri vengono sbarcati. Proteste, polemiche, rabbia, del tutto inutili visto che non è stato aperto per la situazione di emergenza neanche un punto di ristoro. I pullman sono così partiti alla volta dell'aeroporto di Alghero, dove sono arrivati solo alle 8.30 di ieri mattina. Un’odissea di 15 ore.

Nessun confort. Un'altra pagina nera per il trasporto aereo per l'isola. Le condizioni meteo avverse sono da mettere in conto, ma a stonare è l'indifferenza nei confronti dei passeggeri, la cui Carta dei Diritti è soltanto una sana enunciazione di buoni principi, ai quali non sono state offerte neanche le più ordinarie procedure di confort.

Disagi per altri voli. Il dirottamento del Roma-Alghero di sabato ha inevitabilmente provocato disagi per i passeggeri in partenza ieri mattina dal Riviera del corallo per Linate. L'aereo dirottato a Cagliari avrebbe dovuto effettuare la tratta per Milano con partenza alle 6,50. I 93 passeggeri in partenza da Alghero hanno dovuto attendere quindi l'arrivo di un nuovo jet Alitalia e sono stati imbarcati alla volta di Linate alle 9,55.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes