Siccità da incubo: gennaio senza piogge come nel mese di agosto

Il dato emerge da un monitoraggio Coldiretti. È allarme per fiumi e laghi a secco

CAGLIARI. Gennaio come agosto. Dopo un dicembre record per il caldo e la siccità con il 91% di precipitazioni in meno rispetto alla media, a gennaio in Italia sono caduti gli stessi millimetri di pioggia di agosto. E la Sardegna è in cima a questa classifica della siccità.

Le temperature calde che hanno avuto effetti pesanti per lo smog nelle grandi città e sulle campagne, rimaste completamente a secco. È quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti sulla base dei dati Ucea fino ai primi 20 giorni di gennaio. Il dato più eclatante di un inverno vestito da primavera.

«Iniziato con il dicembre meno piovoso e più bollente da 215 anni – sottolinea la Coldiretti – che si conclude con il caldo record dei giorni della merla, che tradizionalmente sono i più freddi dell'anno. Smentita la tradizione il risultato si fa sentire sull’ambiente, con le misure di contenimento dello smog nelle grandi città del nord e a Roma».

Le preoccupazioni per gli effetti dell'inquinamento in città sulla salute si sommano a quelle per la siccità. A secco fiumi e laghi, come in estate. Mentre sui prati ci sono primule e viole, nella campagne peschi, susini e mandorli sono già fioriti.

«Di fronte a questa situazione – conclude l’associazione di categoria – occorrono interventi strutturali ed è necessario sviluppare ogni iniziativa per accelerare il Piano di sviluppo rurale, in particolare per il riavvio del Piano irriguo nazionale come richiesto dall'Associazione nazionale consorzi gestione tutela territorio ed acque irrigue.

E le previsioni per i prossimi giorni parlano ancora di temperature intorno ai 15 gradi L’apice di questa primavera fuori stagione è atteso proprio nei prossimi due o tre giorni.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes